Risparmio bolletta gas

Riscaldamento, acqua calda, uso della cucina: chi non tiene sotto controllo i consumi in casa rischia di pagare bollette astronomiche. Come si ottiene il maggior risparmio bolletta gas? Il risparmio inizia dalla scelta dell’offerta e del fornitore gas più conveniente e termina col mettere in pratica le giuste strategie anti-spreco. In questa Guida presentiamo 5 consigli per spendere meno. 

Controllo dei consumi in casa e scelta del fornitore gas più conveniente

Non si può pensare di ottenere un vero risparmio bolletta gas se non si attiva l’offerta più conveniente per i propri consumi. Ci sono consumatori che per un motivo o per l’altro rimangono ancorati per anni allo stesso fornitore gas senza aggiornarsi sulle nuove offerte, più convenienti con l’introduzione del Mercato Libero. La prima cosa da fare dunque è confrontare le tariffe gas online per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze e, solo successivamente mettere in pratica strategie anti-spreco, che riguardano soprattutto l’uso del gas in casa, in cucina, per l’acqua calda e per il riscaldamento.

Ecco 5 CONSIGLI di risparmio bolletta gas da mettere subito in pratica.

1. L’Offerta e il fornitore gas più conveniente

Va bene ridurre gli sprechi e moderare la temperatura dell’acqua, ma è vero anche che in inverno, specie in alcune Regioni italiane (in particolare in quelle del Settentrione) fare a meno dell’acqua calda e del riscaldamento è impossibile. Purtroppo la bolletta del gas è tra le più costose: il Direttore della divisione Utilities di SosTariffe.it Riccardo Tentori, ha affermato poco tempo fa che una famiglia media può arrivare a spendere oltre 2mila euro per l’uso quotidiano di acqua di cottura, acqua calda e condizionatori.

Non tutti sanno però che quando si spende troppo, il vero risparmio sulla bolletta gas si ottiene confrontando le offerte e cercando il fornitore gas più conveniente. Il primo consiglio dunque è mettere a confronto diversi operatori e attivare la fornitura adatta ai propri consumi in casa. Ci sceglie i fornitori online in più gode di nuovi vantaggi, tra cui l’emissione di una bolletta web senza ritardi, per pagare le fatture e tenere sotto controllo le spese via Internet, ma anche la possibilità di farsi addebitare l’importo su conto corrente per evitare gli interessi di mora.
Confronta offerte gas

2. Risparmio bolletta gas in cucina

Le casalinghe lo sanno: cucinare costa non solo per la spesa alimentare, ma anche perché si consuma molto gas. Riportiamo quindi una lista di utilissimi consigli anti-spreco per ottenere un maggior risparmio bolletta gas:

  • utilizzare sempre pentole di diametro non inferiore al fornello;
  • per evitare la dispersione di calore utilizzare sempre i coperchi;
  • sfruttare il calore residuo della pentola per ultimare la cottura degli alimenti;
  • preferire le pentole a pressione a quelle tradizionali;
  • evitare di aprire spesso il forno per evitare la dispersione di calore;
  • se i consumi elettrici sono inferiori a quelli del gas, preferire il forno a microonde;
  • sfruttare la cottura a vapore detta “a castello”, cioè realizzata tramite la sovrapposizione di cibi in cottura con pentole di diverso diametro sovrapposte.

3. Risparmio bolletta gas acqua calda e riscaldamento

Scelto il fornitore gas più conveniente e ridotti gli sprechi in cucina, vediamo come tagliare le spese relative ad acqua calda e riscaldamento. Non tutti sanno ad esempio che utilizzando la vasca al posto della doccia si consuma molta acqua calda in più, ma questa è solo una delle dritte anti-spreco: vediamo le altre.

La caldaia deve essere regolata a temperatura adeguata, mai eccessiva e comunque non superiore a 60° (pensate che abbassare la temperatura anche solo di 1° comporta  in media un risparmio bolletta gas del 6%). Se l’impianto di riscaldamento è vecchio inoltre, bisogna sottoporlo a frequente manutenzione, o pensare di acquistare una più economica caldaia a condensazione. Se in casa ci sono dei termosifoni invece, è importante installare delle valvole termostatiche per regolare l’afflusso di acqua. Oltre a questi consigli “tecnici”, se esistono altri che riguardano le abitudini in casa. 
Offerte Enel City gas
E’ naturale ad esempio che dimenticando il riscaldamento accesso prima di uscire di casa, i consumi lieviteranno. Anche lasciare il riscaldamento attivo tutta la notte fa aumentare i costi, piuttosto, si potrebbe pensare di effettuare interventi di efficientamento energetico nell’abitazione (le spese documentate sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi) oppure di fare lavori per installare doppi vetri e migliorare gli infissi, così da evitare la dispersione di calore.

4. Offerte gas a prezzo bloccato

Le offerte gas a prezzo bloccato permettono di pagare sempre la stessa tariffa per 1 anno o 2 anni. Il costo della componente gas in sostanza non subisce variazioni in base alle oscillazioni del mercato, e tale possibilità, è offerta di solito da un fornitore gas online che opera in regime di Mercato Libero (nel regime tradizionale le tariffe sono imposte dall’AEEGSI).

Per trovare soluzioni simili, leggi l’ultimo paragrafo, relativo al confronto offerte gas online.

5. Confronto online delle offerte gas

Il vero risparmio sulla bolletta gas si basa principalmente sul confronto delle tariffe online. Tra i fornitori più convenienti ad esempio c’è Eni, con la sua formula SottoControllo XL gas. Con Eni il prezzo della componente gas è bloccato per 2 anni e chi paga con domiciliazione bancaria ottiene uno sconto ulteriore su 1 mese di fornitura. Chi attiva SottoControllo XL gas di Eni aderisce alla promozione Bentornato a Casa e guadagna uno sconto annuale in bolletta pari a 30 euro (lo sconto sale a 60 euro per chi attiva anche la fornitura luce) che viene riconosciuto ogni mese sulla fattura con la detrazione di 2,5 euro ogni mese, solo per chi attiva online. 
Scopri SottoControllo XL gas di Eni

Commenti Facebook: