Risparmiare con le bollette digitali: quanto sono convenienti?

Le bollette che siano del gas o della luce sono sempre un argomento di discussione nelle case di molte famiglie. Tra bollette “impazzite” e rincari bisogna anche combattere contro la perdita di tempo che il pagamento comporta. Lunghe file alle poste, costi di commissione sono alcuni dei mali aggiuntivi che affliggono il pagamento della bolletta. Forse si può risparmiare con le bollette digitali. A patto di seguire alcune accortezze.

bolletta
La bolletta digitale può far risparmiare 42 euro l'anno

Gestire le bollette online fa risparmiare

C’erano una volta le bollette di carta. Arrivavano ogni bimestre e implicavano spese e perdite di tempo per i pagamenti. Per la verità ci sono ancora. Ma sempre più italiani hanno compreso il vantaggio offerto dall’online. Approfittando ormai di connessioni onnipresenti (dall’ADSL casa a connessioni via smartphone si è ormai sempre collegati alla rete) si può gestire più facilmente anche la propria spesa energetica. I gestori del libero mercato hanno fatto passi da gigante nel rendere più semplice la vita all’utente finale aprendo alla possibilità di gestire pagamenti online con Rid bancario o postale, oppure con carta di credito. Quasi tutti gli operatori propongono questi pagamenti elettronici che di fatto azzerano le commissioni del bollettino postale. Ancora meglio se le offerte sono le cosiddette dual fuel. Tra i tanti che le propongono si trova ad esempio Eni con Easy Web.

EasyWeb ti fa risparmiare sulla bolletta

Perché si risparmia con le tariffe dual fuel?

Le tariffe di questo tipo sono quelle che propongono sia la fornitura di energia elettrica che di gas. Scegliendo lo stesso operatore per la gestione di entrambi i servizi si potranno ridurre le bollette inviate. Se si considera che ogni invio cartaceo può costare fino a 2 euro, moltiplicando per due (energia e gas) si avrà una spesa di 4 euro presumibilmente ogni bimestre. Alla fine dell’anno si saranno spesi 24 euro solo di spedizioni. Uno spreco non è vero? Già scegliendo di ricevere una sola bolletta per gas ed elettricità questa cifra si dimezzerà. Esasperando ancora di più, se si considerano 1,50 euro di commissioni per il pagamento del bollettino per 12 bollette sono altri 18 euro di spesa da considerare. L’intera spesa che a questo punto sale a 42 euro l’anno è assolutamente evitabile proprio grazie alla bolletta digitale.

Ancor meglio se si approfitterà del servizio di invio elettronico della fattura. Riceverete la bolletta via email senza alcuna spesa aggiuntiva, con meno carta sprecata e nessuna spesa per la spedizione. Avrete sempre a portata di mano le vostre fatture con una facile ricerca sulla casella postale. Tra i migliori servizi proposti dagli operatori energetici si trovano quindi:

  • area clienti dedicata
  • possibilità di pagamento elettronico
  • possibilità di ricezione della bolletta via email

Attraverso l’area clienti sarà possibile gestire la propria spesa, vedendo i consumi, aggiornando i propri dati. E c’è di più. Alcuni gestori propongono anche una raccolta punti online. E’ il caso ad esempio di Edison.

Edison Luce Sconto Facile ti regala premi

Il funzionamento di queste raccolte è molto semplice:

  • permettono di ottenere premi interessanti che contemplano anche buoni spesa;
  • ad ogni euro speso corrisponde una certa conversione in punti digitali;
  • l’accumulo avverrà in maniera automatica poco per volta.

Attraverso l’area clienti online sarà possibile visualizzare il saldo punti e valutare i premi già raggiunti. Quando si è è giunti a raggiungere il premio preferito non rimane altro che effettuare la richiesta di invio. Solitamente i premi materiali vengono spediti con tempi molto lunghi. Altro motivo per preferire buoni sconto per acquisti. Questi codici spesso vengono spediti via mail con un netto risparmio di tempo e una maggior facilità di riscossione. Tra i tanti negozi su cui si possono spendere quasi sempre spicca Amazon.

Una scelta che vi farà risparmiare

Se si sceglierà fin da subito di pagare con Rid bancario o postale in buona parte dei casi si potrà evitare anche il deposito cauzionale. Si tratta di una cifra solitamente poco superiore i 30 euro che i gestori chiedono come cauzione. Alla pari si eviterà anche l’eventuale spesa aggiuntiva prevista per l’attivazione del pagamento con bollettino postale. Seppur possa sembrare la forma di pagamento più comune, la sua scelta in fase di contratto può prevedere il pagamento ulteriori di alcuni euro (dai 6 ai 10 solitamente, e solo quando previsto). Il consiglio è di prestare la massima attenzione fin dal momento della sottoscrizione, effettuando scelte volte al risparmio.

Commenti Facebook: