Risparmi: solo un italiano su due “mette” da parte qualcosa

Secondo quanto afferma una recentissima analisi compiuta da Ing, uno dei colossi bancari del vecchio Continente (conosciuto qui in Italia per il suo Conto Arancio, e per altri prodotti di deposito, investimento e finanziamento), nel 2014 solamente un italiano su due riuscirà a risparmiare.

Solo un italiano su due è in grado di risparmiare
Solo un italiano su due è in grado di risparmiare

In particolare, la ricerca della banca olandese sottolinea come 5 italiani su 10 non investiranno alcuna risorsa durante l’intero anno, 2 su 10 sarebbero incerti e 3 su 10 sarebbero invece convinti a impiegare i propri risparmi in una forma di investimento e accantonamento.

Scopri i migliori conti deposito»

Del 30% di italiani già consci della proprie capacità di risparmio, il 13% privilegerà i depositi a termine, il 9% i titoli di Stato, il 6% gli investimenti nel mattone, il 5,3% le azioni, il 4,9% i fondi comuni di investimento e, infine, il 3,1% le obbligazioni corporate.
Percentuale più risicata, invece, per i conti correnti (2,8%): in merito, tuttavia, Ing sottolinea come nel 2014 il 16,5% degli italiani cambierà banca, replicando il 17% che lo ha già fatto nel corso dell’anno precedente. Un altro 19% di nostri connazionali ci sta invece pensando, mentre il 64,4% avrebbe affermato chiaramente di non avere alcuna intenzione di “tradire” il proprio istituto di credito di riferimento.

Commenti Facebook: