Risarcimento assicurazione in caso di omissione di soccorso

Pirati della strada e omissione di soccorso, aumentano i casi in Italia: ben 1.009  solo nel 2014. Purtroppo ottenere il risarcimento assicurazione in base all’Rca è difficile in quanto il responsabile commesso il fatto fugge, impedendo alle autorità di risalire ai dati della polizza (sempre che sia attiva). Quando si verifica un evento di pirateria, l’unica soluzione per le vittime è aver stipulato un’assicurazione vita o rivolgersi al Fondo Vittime della Strada. Ecco gli ultimi sconcertanti dati.

Gli ultimi dati italiani sui pirati della strada

L’Asaps, Associazione degli Amici della Polstrada, informa che nel 2014 sono avvenute 1.009 omissioni di soccorso: un dato sconcertante che fa comprendere quanto il fenomeno della pirateria stradale sia in aumento. E’ giusto chiedersi in questi casi che fine fa l’assicurazione, e se è possibile rivolgersi alla stessa per il risarcimento danni. Qui, pubblichiamo i dati forniti da Asaps, e più avanti tratteremo il delicato tema delle assicurazioni.

Assicurazione o no, in Italia nel 2014 diverse persone hanno avuto a che fare con le problematiche del risarcimento danni per omissione di soccorso da parte di pirati della strada. Asaps comunica che lo scorso anno si sono verificate ben 36 omissioni di soccorso in più rispetto all’anno precedente (+4,6%), per un drammatico bilancio di 119 morti e 1.224 feriti.

I dati sono allarmanti specialmente se si considera che i sinistri nell’ultimo periodo sono diminuiti (-3.2 nel 2013). L’associazione informa inoltre che una volta su 4 il pirata è straniero e che una su cinque si tratta di soggetti alla guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Assicurazione e pirateria

Per le vittime della strada l’Rc auto può fare poco. Infatti, a meno che il soggetto non abbia stipulato un’assicurazione vita, sarà costretto a rivolgersi al Fondo Vittime della Strada. La pirateria stradale non permette alle autorità di risalire ai dati assicurativi del responsabile perché il soggetto, compiuto il fatto, si preoccupa di fuggire senza lasciare traccia.

Inoltre, anche se reperiti, i pirati della strada circolano spesso senza assicurazione, e ciò rende le pratiche per il risarcimento danni difficili da affrontare. In assenza di polizza vita l’unica soluzione è rivolgersi al Fondo Vittime della Strada, istituito appositamente per i casi di omissione di soccorso e di pirateria stradale.

Lo stesso fondo si trova attualmente in difficoltà a causa dell’aumento delle richieste di risarcimento, tuttavia cerca di esaudire le domande degli interessati in nome del pregiudizio sofferto, anche se nella maggior parte dei casi il colpevole rimane impunito.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: