Riprende quota l’ipotesi fusione tra Wind e Tre

Forse questa volta ci siamo davvero. La fusione tra Wind e Tre Italia potrebbe essere vicina, dopo le voci che da circa tre anni si rincorrono a proposito dell’unione tra i due gruppi. Nascerebbe così un polo di telefonia mobile con oltre 33 milioni di clienti (di cui 23 in arrivo da Wind) e 7 miliardi di ricavi.

3-Wind
Nelle prossime ore, secondo Il Giornale, potrebbe già arrivare l'annuncio

A riaccendere le indiscrezioni le voci raccolte da Il Giornale di un incontro tra i vertici degli azionisti a Londra, negli uffici della Deutsche Bank, proprio per chiudere l’affare. Secondo il quotidiano, già oggi o domani potrebbe arrivare l’annuncio.
Confronta le offerte Wind »
Il nuovo assetto del mercato italiano mobile vedrebbe quote sostanzialmente paritetiche per Vodafone, Telecom Italia e per il gruppo formato da Wind e da Tre. Secondo il docente alla School of management della Bocconi ed esperto di tlc Carlo Alberto Carnevale Maffé, «da un lato il processo di consolidamento europeo è auspicato e necessario, e dall’altro il gruppo Hutchison Wampoa ha già ampiamente dimostrato di essere attrezzato e interessato».
Confronta le offerte Tre »
A frenare l’accordo, finora, disparità di visione sulla governance (con Vimpelcom, che controlla Wind, più orientata a un’alleanza paritaria, mentre Hutchison Whampoa punterebbe al controllo del gruppo), i debiti di Wind (pari a 9,5 miliardi, ma rifinanziato la scorsa primavera) e soprattutto la valutazione delle due società. Ora, però, gli ostacoli potrebbero essere stati superati.

Commenti Facebook: