Rinnovo patente: come farla, tempistiche e costi

Al fine di non incappare in spiacevoli inconvenienti, è bene cercare di avere sempre bene in mente quali siano le durate delle patenti e, soprattutto, in che modo sia possibile rinnovare questo importante documento con semplicità e costi ridotti.

Quando rinnovare la patente

La patente ha una durata che dipende dalla nostra età anagrafica. In linea di massima:

  • Tra i 18 e i 50 anni la patente è valida per 10 anni
  • Tra i 51 e i 70 anni la patente è valida per 5 anni
  • Tra i 71 e gli 80 anni la patente è valida per 3 anni
  • Oltre gli 80 anni la patente è valida per 2 anni

Si noti che, anche per facilitare la memorizzazione delle scadenze, il termine della patente coincide con il proprio compleanno.

Come rinnovare la patente

Il rinnovo della patente è effettuabile previo visita medica, di norma realizzabile anche mediante le stesse agenzie che si occupano di tale disbrigo pratica (in alternativa è possibile rivolgersi ai medici della ASL, o del ministero del Lavoro).

Oltre all’esito positivo della visita medica occorrerà presentare un documento di identità valido, una marca da bollo ex 14,62 euro, la ricevuta del pagamento dei diritti sanitari e l’attestazione del versamento di un importo pari a 9 euro su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti.

Quanto costa il rinnovo della patente

I costi del rinnovo della patente dipendono dall’organismo che si “utilizza” per poter risolvere una simile pratica. Di norma, infatti, i costi salgono se ci si affida interamente alle scuole guida o alle agenzie che si occupano del disbrigo di simili iter amministrativi. In queste ipotesi il costo complessivo – tutto compreso – si aggira intorno ai 100 – 120 euro. Se invece si sceglie di fare tutto in autonomia si riesce a risparmiare qualcosa.

Commenti Facebook: