Rinnovabili nelle isole minori: le idee vincenti del concorso internazionale Marevivo

Nella terza edizione del concorso internazionale promosso da Marevivo sono state premiate diverse idee che riguardano il risparmio e l’efficienza energetica. Tutte riguardano la promozione delle energie rinnovabili per le isole minori, cominciando dagli taxi-boat elettrici per Ponza, passando da un ponte galleggiante modulabile, impianti fotovoltaici per i tetti in canniccio e la riqualificazione di fari.

isole minori, sviluppo delle energie rinnovabili
Sono state premiate diverse idee che promuovono le rinnovabili nelle isole minori

Le isole minori dell’Italia sono abitate da 200.000 persone, che si trasformano però in milioni ogni estate. Queste isole devono affrontare problematiche di diversa natura, quali lo spazio contenuto, la mancanza di molte risorse naturali (acqua, energia), costi extra per il trasporto e le comunicazioni, una complessa gestione dei rifiuti e delle acque reflue, e l’inquinamento marino e costiero.

Per aiutare ai residenti delle isole a risolvere alcune di queste problematiche, l’associazione ambientalista Marevivo, nata per tutelare il mare e le sue risorse,  promuove un concorso internazionale «Sole, vento e mare – Le energie rinnovabili per le isole minori e le aree marine protette italiane», che quest’anno è giunto alla terza edizione.

Il concorso cerca di trovare idee che siano in grado di armonizzare lo sviluppo delle energie rinnovabili con la salvaguardia del territorio delle isole minori, che rappresenta la loro principale ricchezza. Recentemente, il concorso promosso da Marevivo con Enea, Gse, ministeri dei Beni culturali e dell’Ambiente, Università di Roma La Sapienza e Marina militare per la categoria «fari», si è concluso con la premiazione al museo Maxxi di Roma.

Le idee vincenti del concorso Marevivo

Il primo premio alla categoria Mobilità sostenibile è stato aggiudicato al progetto BEEboat, che prevede un servizio di taxi-boat, con piccoli gozzi ad energia elettrica 100% rinnovabile. Con questo sistema si potrà migliorare la mobilità in mare nell’sola di Ponza, attraverso una soluzione meno inquinante rispetto ai tradizionali mezzi di trasporto turistici.

Tra le idee vincenti c’è anche il progetto «PER-Pontile ecologico reversibile», che prevede la realizzazione di un pontile galleggiante, modulare e componibile in maniera semplice, capace di offrire servizi nautici di diversa natura. Questo pontile servirà a migliorare temporaneamente le strutture portuali, fondamentalmente nel periodo estivo, aumentando la qualità e l’offerta di servizi, attraverso l’uso di energia rinnovabile.

Nella categoria “Edifici” invece il primo posto è stato aggiudicato al progetto «Cannizzo blu», una sorta di incannucciata da realizzare sui tipici terrazzi delle abitazioni delle isole minori, che possiedono al interno dei moduli fotovoltaici per la produzione di energia pulita.

Infine, un altro progetto vincente è stato «Sotto una nuova luce», di LB7 Studio, che prevede la riqualificazione energetica e funzionale del faro sull’isolotto di Strombolicchio, attraverso la realizzazione di sistemi attivi e passivi per la produzione di energia rinnovabile.

Interessato all’energia verde? Sul mercato libero dell’energia è possibile avere una fornitura 100% pulita senza dover fare modifiche agli impianti né al contatore. Parliamo delle offerte energia verde, una particolare categoria di tariffe luce che prevede una fornitura 100% rinnovabile e la possibilità di risparmiare sulla bolletta.

Per maggiori informazioni, consigliamo al lettore di consultare le offerte con le loro condizioni economiche direttamente sul nostro portale di confronto gratuito ed indipendente.

Vai alle Offerte Energia Verde

Commenti Facebook: