Rincari luce e gas: nuovo meccanismo di rateizzazione delle bollette in arrivo

La crisi energetica continua e all'orizzonte ci sono nuovi rincari per luce e gas per le famiglie e le imprese italiane, in particolare per tutte le forniture attive nel mercato tutelato. In questi giorni, il Governo sta valutando l'adozione di nuovi strumenti per contrastare l'emergenza. Il Decreto Energia di fine febbraio (che entrerà in vigore da aprile) non è sufficiente. È necessario agire subito per ridurre il rischio di ulteriori rincari. Ecco quali saranno le misure del Governo per contrastare i nuovi rincari di luce e gas di aprile.

Rincari luce e gas: nuovo meccanismo di rateizzazione delle bollette in arrivo

Dal mese di aprile, secondo alcuni analisti, potrebbero arrivare nuovi rincari per luce e gas. In particolare, è atteso un rincaro del costo dell’energia elettrica per i clienti del mercato tutelato mentre il gas potrebbe registrare solo un leggero incremento. Questi rincari arriveranno nonostante il Decreto Energia che il Governo ha definito lo scorso febbraio e che, tra le varie misure, prevede un potenziamento dei Bonus Luce e gas per le famiglie meno abbienti, il taglio degli oneri di sistema e la riduzione al 5% dell’IVA per le bollette del gas. Sono, però, in arrivo nuove misure. In particolare, dovrebbe arrivare un nuovo sistema di rateizzazione delle bollette, già previsto in una forma particolarmente limitata per le bollette emesse tra gennaio e aprile 2022. Vediamo i dettagli.

Un nuovo sistema di rateizzazione delle bollette contro i rincari di luce e gas

Tra le ipotesi sul tavolo del Governo, svelate in queste ore dagli organi di stampa, c’è l’introduzione di un nuovo sistema di rateizzazione delle bollette di luce e gas. Attualmente, il sistema definito lo scorso autunno (e valido per le bollette emesse tra gennaio e aprile 2022) prevede la possibilità per i clienti morosi di richiedere una rateizzazione in un massimo di 10 rate. Il sistema però è molto limitato in quanto la prima rata (da pagare subito) deve avere un importo del 50% del totale della bolletta. La seconda metà dell’importo viene suddivisa tra le rate successive che però devono avere un valore minimo di 50 euro ciascuna. Di conseguenza, l’accesso a questo sistema che permette di dilazionare nel tempo il pagamento (in particolare per le bollette del gas invernali, particolarmente elevate) non è facile o particolarmente vantaggioso.

Per i prossimi mesi, quindi, potrebbe essere introdotto un nuovo sistema di rateizzazione delle bollette di luce e gas (senza interessi e costi aggiuntivi per gli utenti) in grado di garantire maggiore flessibilità e convenienza per gli utenti. Il meccanismo, stando a quanto riportano gli organi di stampa, è ancora in fase di definizione e potrebbe entrare in vigore già a partire dal prossimo mese di aprile, sostituendo quello attualmente in vigore. Ricordiamo che alcuni fornitori hanno introdotto meccanismi di rateizzazione più flessibili per i propri clienti che avranno la possibilità di ammortizzare i costi in modo più semplice nel corso dei prossimi mesi.

Si continua a parlare di un tetto al costo dell’energia

L’ipotesi emersa la scorsa settimana di introdurre un tetto al costo dell’energia continua ad essere un’opzione per il futuro. Come già riportato nei giorni scorsi, tale ipotesi si può concretizzare esclusivamente in presenza di una modifica alla normativa UE. In particolare, al momento, sembra che la volontà del Governo sia quella di spingere per la possibilità di introdurre un tetto al costo del gas che continua a rappresentare il principale problema per gli utenti finali. Sulla questione potrebbero arrivare nuovi aggiornamenti nel corso del prossimo futuro.

Come difendersi dai nuovi aumenti di luce e gas

Con l’arrivo di nuovi possibili aumenti per luce e gas nel corso dei prossimi mesi, anche in considerazione del fatto che le quotazioni sono al massimo storico, è necessario adottare tutte le contromisure possibili. In particolare, sono i clienti del mercato tutelato che devono agire subito per poter tagliare il costo dell’energia. Secondo alcune stime, infatti, da aprile potrebbe arrivare una nuova stangata per l’energia elettrica (si parla di un +25% sul prezzo già record del primo trimestre del 2022) ed un leggero aumento per il gas naturale (+2%).

In questo momento, la scelta migliore è quella di passare al Mercato Libero verificando quali sono le tariffe più vantaggiose da attivare. Per scegliere l’offerta giusta è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi Android ed iOS. Il confronto online è particolarmente semplice e vantaggioso oltre che totalmente gratuito.

Per individuare le offerte migliori è sufficiente inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta). In pochi secondi si potrà accedere ad una panoramica completa delle migliori offerte disponibili da attivare:

Scopri qui le migliori offerte luce e gas » 

In ogni caso, è sempre possibile richiedere una consulenza gratuita chiamando al numero 02 5005 222. Un consulente specializzato di SOStariffe.it provvederà a fornire all’utente tutte le informazioni in merito al risparmio in bolletta, aiutandolo nella scelta dell’offerta da attivare.