Rincari bollette: nei prossimi tre mesi previsti aumenti fino al 40%

Nel corso dei prossimi mesi, le bollette di luce e gas per le famiglie italiane registreranno rincari significativi. A partire dal mese di ottobre, infatti, a causa dell'aumento delle quotazioni dell'energia (in particolare del gas) all'ingrosso, è prevista una vera e propria stangata con aumenti fino al 40% che seguiranno gli aumenti già registrati durante l'estate. La conferma è arrivata dal Ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, che ha anticipato l'arrivo dei nuovi rincari. Ecco tutto quello che c'è da sapere su questa delicata questione.

Rincari bollette: nei prossimi tre mesi previsti aumenti fino al 40%

Le bollette di luce e gas per le famiglie italiane si preparano a registrare significativi rincari nel corso delle prossime settimane. All’orizzonte, infatti, è in arrivo una vera e propria stangata. Alla base di questa tendenza c’è un significativo aumento del costo del gas che viene utilizzato anche per la produzione di energia elettrica. A questo si aggiunge il costo, sempre più elevato, da affrontare per compensare le emissioni di CO2 in atmosfera. Questi fattori si traducono in un aumento del prezzo delle materie prime e, quindi, in un aumento della spesa per i clienti finali.

Dopo i rincari arrivati nel terzo trimestre del 2021 (+9.9% per l’energia elettrica e +15.3% per il gas naturale), anche il quarto trimestre del 2021 sta per far registrare un nuovo aumento. Lo scorso trimestre, inoltre, l’aumento è stato contenuto grazie ad un intervento del Governo che ha evitato un rincaro del +20% sull’energia elettrica. Dal 1° ottobre, con il nuovo aggiornamento tariffario di ARERA, non sarà possibile evitare la stangata.

Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, a Genova durante un convegno organizzato dalla Cgil, ha confermato in via “ufficiale” l’imminente rincaro tariffario in arrivo sulle bollette di luce e gas: “Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenta del 40%, queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle” Secondo Cingolani: “Succede perché il prezzo del gas a livello internazionale aumenta. Se l’energia aumenta troppo di costo, le nostre imprese perdono di competitività e i cittadini, soprattutto quelli di reddito più basso, faticano ulteriormente per pagare beni primari come energia e gas”

Nel corso delle prossime settimane, al fine di evitare una nuova stangata sulle famiglie, potrebbe esserci un ulteriore intervento da parte del Governo. Il Ministro Cingolani sottolinea: “Il Governo è fortemente impegnato per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie”

Quando arriveranno i rincari su luce e gas

La data da segnare sul calendario è quella del 1° ottobre 2021. Con l’inizio del nuovo trimestre, infatti, entrerà in vigore il nuovo aggiornamento dei prezzi per il mercato tutelato che ARERA annuncerà a fine settembre. Tale aggiornamento dovrebbe comportare rincari significativi per i clienti che hanno una fornitura in regime di Maggior Tutela. Come da tradizione, nelle settimane successive, i nuovi prezzi di ARERA andranno ad influenzare anche i prezzi dei fornitori del mercato libero che, molto probabilmente, ritoccheranno verso l’alto i listini. Per gli utenti sarà sempre più difficile trovare offerte vantaggiose.

Come evitare i rincari in arrivo per le bollette di luce e gas

La strada per il risparmio passa per il mercato libero. Gli aumenti in arrivo per le forniture di luce e gas per le famiglie potranno essere evitati agendo d’anticipo. Attivando oggi nuove tariffe luce e gas a prezzo bloccato (per almeno 12 mesi), infatti, sarà possibile evitare il rincaro in arrivo per i prezzi dell’energia elettrica e del gas naturale. In questo modo è possibile andare a fissare e bloccare le condizioni contrattuali della propria fornitura, evitando gli effetti dell’aumento del prezzo in arrivo da ottobre.

Per i clienti del mercato tutelato, inoltre, tale operazione è fondamentale. Solo in questo modo sarà possibile aggirare l’aumento dei prezzi e ridurre il costo delle bollette evitando di dover fare i conti con una vera e propria stangata autunnale. A disposizione delle famiglie ci sono ancora alcune settimane di tempo per scegliere ed attivare l’offerta più vantaggiosa e continuare a sfruttare un prezzo ridotto per l’energia elettrica e il gas naturale anche in autunno.

Per scegliere le migliori offerte e accedere a condizioni contrattuali favorevoli, in relazione ai propri consumi, è possibile sfruttare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas oppure scaricare lApp di SOStariffe.it, scaricabile gratuitamente su dispositivi Android ed iOS.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

La scelta delle offerte è molto semplice. Basterà indicare una stima del proprio consumo annuo di energia (il dato è riportato in bolletta e può essere calcolato anche grazie al tool integrato nel comparatore) per poter avviare un confronto tra le offerte disponibili e individuare facilmente l’offerta più vantaggiosa per il proprio profilo di consumo. Da notare che, per gli utenti meno pratici, c’è la possibilità di richiedere il servizio (gratuito e senza alcun impegno) di Analisi della bolletta proposto da SOStariffe.it e accessibile direttamente dal comparatore.

Tale servizio consente di inviare una bolletta a SOStariffe.it. Un consulente qualificato analizzerà i consumi dell’utente e andrà a verificare le migliori offerte presenti sul mercato, assistendolo nella scelta delle tariffe più vantaggiose da attivare. L’invio della bolletta può avvenire:

  • direttamente dal comparatore (allegando la bolletta in versione PDF)
  • tramite l’App di SOStariffe.it (fotografando la bolletta)
  • via e-mail (inviando la bolletta all’indirizzo bolletta@sostariffe.it)

Nel giro di massimo 2 giorni lavorativi, l’utente verrà ricontattato e riceverà tutte le informazioni necessarie per completare l’attivazione delle offerte luce e gas più convenienti.

Commenti Facebook: