Rimodulazioni TIM per rete fissa: cosa cambierà da Novembre per i clienti Telecom

Con l’inizio della settimana, TIM ha iniziato ad inviare una serie di comunicazione ai propri clienti preannunciando una modifica unilaterale del contratto per alcune utente di rete fissa. Ecco quali sono le rimodulazioni TIM per la rete fissa e cosa cambierà a partire dal prossimo mese di novembre. 

TIM annuncia una nuova rimodulazione per alcuni clienti di rete fissa

Nuovi rincari per i clienti  TIM: ecco i dettagli

TIM annuncia nuove rimodulazioni per i clienti di rete fissa. A partire dal prossimo 1 di novembre, infatti, alcune offerte per la linea fissa di casa registreranno un incremento del canone mensile. Le rimodulazioni TIM coinvolgeranno solo alcuni clienti di rete fissa che riceveranno in fattura la comunicazione di modifica unilaterale del contratto.

Le rimodulazioni TIM per la rete fissa coinvolgeranno diverse tariffe. Ad esempio, l’offerta Internet senza Limiti, che include la possibilità di navigare tramite rete ADSL in modo illimitato, passerà da 27,19 Euro al mese a 28 Euro al mese. Un’altra rimodulazione annunciata in queste ore riguarda l’offerta TIM Smart che registra un incremento del canone di 1,90 Euro al mese. 
Scopri le migliori offerte fibra e ADSL

Le motivazioni ufficiali legate alle nuove rimodulazioni TIM per la linea fissa sono le seguenti “armonizzare i prezzi delle offerte al fine di garantire sempre migliori livelli di qualità dei servizi”. Da notare, inoltre, che sempre dal prossimo 1 novembre 2018, tutti i clienti che fanno uso del servizio di produzione e spedizione della fattura registreranno un ulteriore rincaro. Questo servizio, infatti, passa da 2 Euro a 2,5 Euro a fattura. 

In questo caso, le motivazioni del rincaro sono legate alla volontà di TIM di incentivare il passaggio agli strumenti di fatturazione e pagamento digitali. E’, infatti, possibile passare alla domiciliazione bancaria e sfruttare il servizio online, completamente gratuito, “Conto online” che sostituisce in tutto e per tutto la fattura cartacea. Scegliendo questa soluzione, quindi, si risparmieranno 2,5 Euro per ogni fattura bimestrale per un totale di 15 Euro all’anno e si potrà consultare online il proprio conto in qualsiasi momento, senza correre il rischio di perdere la bolletta cartacea.

Ricordiamo che tutti i clienti che non accettano una variazione unilaterale del contratto hanno la possibilità di recedere senza penali o costi di disattivazione come previsto dall’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni Elettroniche. Il termine ultimo per richiedere il recesso senza costi è il 31 ottobre 2018. Si consiglia di contattare l’assistenza clienti TIM per tutte le informazioni sulla modalità di recesso.

Nel caso ci fossero dei pagamenti rateali legati al proprio abbonamento sarà possibile scegliere se saldare le rate in un’unica soluzione, senza costi aggiuntivi, o se continuare a pagare tutte le rate mancanti a cadenza mensile. Tale scelta andrà indicata nella comunicazione di recesso.Scopri le offerte TIM per la linea fissa

Passare ad una nuova offerta per evitare la rimodulazione

Per continuare ad utilizzare la rete fissa di casa ed evitare la rimodulazione della propria offerta è possibile passare ad altro operatore attivando una nuova tariffa ADSL o fibra ottica (a seconda della copertura disponibile presso il proprio indirizzo di casa). Il mercato offre un gran numero di soluzioni che, a seconda delle proprie necessità, possono risultare molto comode e, soprattutto, possono permettere di risparmiare sui costi mensili per l’abbonamento per il telefono ed Internet a casa.

Per individuare le migliori tariffe attualmente disponibili sul mercato è possibile dare un’occhiata al comparatore di SosTariffe.it per offerte ADSL e fibra ottica da cui si potrà procedere all’attivazione dell’offerta desiderata in pochi clic e senza costi aggiuntivi.

Commenti Facebook: