Rimodulazioni mobile di Novembre: gli aumenti di Tim, Vodafone e WindTre 

Aumenti in arrivo sia per la telefonia fissa che per quella mobile: i maggiori operatori infatti chiederanno ogni mese fino a 2,50 euro in più per le loro tariffe. È però possibile recedere dal contratto senza pagare penali, per rivolgersi a una nuova offerta più adatta alle proprie esigenze. Qui di seguito, i cambiamenti previsti con le nuove rimodulazioni.

Fino a 2,50 euro in più al mese con i nuovi aumenti in arrivo. Ma c'è il recesso

Le rimodulazioni di novembre 2018

La parola “rimodulazione” è una di quelle che riempiono di angoscia gli utenti di telefonia mobile e fissa: si tratta infatti di un cambiamento (per decisione unilaterale dell’operatore) del prezzo della propria tariffa, in cambio di qualche non richiesto bonus in più, soprattutto GB di traffico dati. Se non altro, in questi casi il cliente ha sempre la possibilità di recedere dal contratto senza pagare alcun genere di penale.

Sia TIM che Vodafone e Wind 3 sottoporranno a rimodulazione le loro tariffe il prossimo novembre. A partire dalla prima fattura ricevuta dopo il 10 novembre, le offerte di Vodafone per la rete fissa aumenteranno infatti di 2,50 euro al mese, ufficialmente per «continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti sempre la massima qualità dei nostri servizi». Per il recesso, si può scegliere tra visitare variazioni.vodafone.it, inviare una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), scrivere via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamare il Servizio Clienti al 190 o compilare l’apposito modulo nei negozi Vodafone. Attenzione perché se si ha uno smartphone, un tablet o un contributo di attivazione a rate bisognerà saldare quelle residue (con la stessa cadenza già in essere). 
Confronta le offerte di telefonia mobile »

Che cosa cambia per TIM e Wind

I cambiamenti TIM riguardano Internet Senza Limiti (che aumenta da 0,81 euro a 1,58 euro al mese), TIM Smart (new) (1,90 euro al mese in più), TIM Smart (old) (da 0,27 euro a 1,49 euro al mese in più) e Tutto Voce (aumentata di 1,24 euro al mese). Per il recesso si può chiamare il 187 o compilare l’apposito modulo, da inviare via fax al numero o 800.000187 o a Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).

Infine c’è Wind: ancora non si sa chi sarà oggetto della rimodulazione da 2,50 euro su alcune offerte ADSL e fibra ottica, anche se l’aumento dovrebbe riguardare solo chi ha la linea FTTC (la “fibra mista”, Fiber to the cabinet). La disdetta a Wind si può fare tramite lettera raccomandata A/R al seguente indirizzo: WIND Tre SpA – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano, con PEC all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it, in punto vendita Wind, accedendo alla propria Area Clienti o chiamando il 155.

Commenti Facebook: