Rimodulazione di alcuni piani base a 2 euro con Wind?

Tempo di rimodulazioni anche per l’operatore Wind? Secondo delle informazioni non ufficiali circolate in questi giorni sul Web la compagnia telefonica avrebbe intenzione di modificare alcune condizioni contrattuali già dal mese prossimo, con un conseguente aumento su alcune tariffe base. Ecco di cosa stiamo parlando.

Secondo alcuni rumors si farebbe strada l'ipotesi di una modifica simile a quanto annunciato da Vodafone

Proprio la scorsa settimana ci siamo occupati degli aumenti di Vodafone previsti ad aprile su alcuni piani base che, a partire dal mese prossimo, avranno un costo di 49 cent a settimana (con chiamate gratis e 2 GB di Internet mobile ogni domenica), per un totale di 1,96 euro ogni 28 giorni (da pagare distintamente dall’eventuale canone dell’offerta attiva sul proprio numero.

A quanto pare, però, non sarebbe l’unica compagnia a scegliere questa via: secondo i rumors che stanno rimbalzando su vari siti Internet di settore, infatti, anche Wind avrebbe in serbo una rimodulazione simile, che andrà a coinvolgere alcune tariffe base. Secondo le informazioni rese note e non ancora confermate dall’operatore, a partire dal 24 aprile i piani base che subiranno la modifica contrattuale avranno un costo di 2 euro al mese: una cifra simile, quindi, a quella di Vodafone.

A confermare l’aumento vi sarebbe addirittura un sms inviato dalla stessa Wind ad alcuni clienti in queste settimane. Ecco il testo del presunto messaggio:

Modifica contrattuale. A causa delle mutate condizioni di mercato, dal 24/04/2017 il suo piano tariffario cambia e diventa Wind 2. Le chiamate nazionali costeranno 8 cent/min (tariffazione a scatti anticipati di 30 secondi) con scatto alla risposta di 16 cent, gli SMS costeranno 15 cent. È previsto un costo di 2 euro ogni 30 giorni. Può recedere o passare ad altro operatore senza penali entro il 23/04/2017. Info Wind.it“.

Il piano Wind 2, quindi, andrà a sostituire il piano base coinvolto, modificando unilateralmente il contratto. Per questo motivo l’utente avrà la possibilità di cambiare gratuitamente la propria tariffa base o di recedere il contratto, passando ad altra compagnia telefonica o disattivando la linea, senza costi o penali.

Confronta tariffe cellulari »

Come abbiamo già scritto in precedenza, per ora l’operatore Wind non ha commentato la notizia e sul sito Internet non vi sono annunci relativi ad una modifica dei piani base. Restiamo in attesa di avere maggiori informazioni sulla vicenda: non appena vi saranno delle novità vi terremo informati.

Commenti Facebook: