Rimborso servizi online non utilizzati: come chiederlo e ottenerlo

I consumatori di oggi amano lo shopping online e si rivolgono all’e-commerce per fare acquisti di ogni tipo, dall’abbigliamento ai viaggi fino ai famosissimi coupon. Fare acquisti sul web, come nel mondo reale, espone a problemi di reso, recesso e, nel mondo virtuale, di rimborso dei servizi online non utilizzati: ecco come chiederlo e ottenerlo. 

Shopping sul web. Come risolvere i problemi di e-commerce, resi e recesso

Lo shopping online per molte persone è una vera passione, per altre addirittura una dipendenza. Così comodi e veloci, i servizi di e-commerce permettono ai consumatori di pagare in un click e di farsi recapitare ogni tipo di bene al domicilio in tempi brevissimi, spesso, se la somma spesa è alta, senza costi di spedizione. Per difendersi dai problemi che possono insorgere facendo acquisti sul web però, bisogna sapere come funziona il rimborso dei servizi online non utilizzati, come chiederlo e ottenerlo.

E’ il caso dei coupon che non rispecchiano l’offerta, della prenotazione di viaggi e di biglietti aerei fino al semplice acquisto di capi d’abbigliamento, elettrodomestici e altre necessità. Le possibilità di fare shopping infatti sono tante e allettanti, specie per chi sceglie quei conti correnti con sconti sui negozi virtuali del web.
Confronta conti correnti

Shopping online, la tutela nel commercio a distanza

La legge parla chiaro. Anche nel commercio a distanza come in quello reale, i consumatori sono tutelati contro i vizi del bene, nel caso in cui il prodotto acquistato sia difettoso o non conforme a quanto descritto nell’informativa. Nell’e-commerce i problemi insorgono soprattutto perché chi acquista, nonostante le descrizioni e le foto del prodotto, non ha una visione vera e tangibile dell’acquisto, tuttavia si fida del portale spesso leggendo le recensioni di altri utenti.

E’ il 36% dei connazionali ad utilizzare lo shopping online e il 14% ad organizzare viaggi sul web, prenotando voli, hotel, bed&breakfast e altri servizi su Internet. I dati sono riportati dal 13° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione e rivelano la spiccata propensione degli italiani e la passione per l’e-commerce.

Esiste una tutela da parte del Codice del Consumo non solo per i beni difettosi o non conformi, pagati e arrivati a casa, ma anche per il solo diritto di cambiare idea?

Riguardo al rimborso dei servizi online non utilizzati, come chiederlo e ottenerlo, la legge indica termini precisi da rispettare. Siamo nell’ambito del diritto di cambiare idea, del diritto di recesso che deve essere esercitato entro 14 giorni dal recapito della merce, cioè una volta che la merce è stata visionata realmente dal consumatore.

L’acquisto cioè, può essere annullato e restituito al portale di shopping online entro e non oltre quattordici giorni anche senza che il bene presenti necessariamente vizi o caratteri difformi dalla descrizione del portale.

Rimborso servizi online non utilizzati: le eccezioni

Non sempre il diritto di recesso entro 14 giorni può essere esercitato. E’ il caso dei biglietti aerei e ferroviari, ma anche di altri acquisti di seguito elencati:

  • prenotazioni di biglietti aerei o ferroviari;
  • acquisto di biglietti di concerti;
  • acquisto di prenotazioni di alberghi viaggi o voli;
  • beni personalizzati e creati su misura;
  • riparazioni richieste ed effettuate con contratti di manutenzione stipulati online.

Rimborso coupon: come chiederlo e ottenerlo

Di particolare interesse per chi si dedica spesso allo shopping online, è il rimborso di servizi online non utilizzati come i coupon: ecco come chiederlo e ottenerlo.

Solo presentando il buono sconto al commerciante entro il termine stabilito dal sito di coupon è possibile chiedere un rimborso. Se il coupon scade ad esempio non potrà più essere riscattato. Quando al contrario il servizio descritto nell’offerta coupon non corrisponde al servizio reale, ci si deve rivolgere al commerciante solo fin quando non si riesce a risolvere il problema, perché in teoria, i portali impegnati nella vendita di coupon non hanno responsabilità.

Tuttavia i siti più famosi come Groupon si impegnano a risolvere le controversie difficili fornendo la propria assistenza.

Assicurazioni viaggio per il rimborso servizi turistici online

Purtroppo capita spesso che un viaggio debba essere annullato per motivi di salute, di lavoro o famigliari. In questi casi il consumatore che non ha acquistato polizze viaggi per ottenere il risarcimento del volo o dell’hotel rischia di perdere quanto pagato. Per questo motivo i viaggiatori che fanno shopping online di prenotazioni albergo e biglietti aerei, confrontano sempre le assicurazioni più economiche prima di procedere al pagamento.
Assicurazioni viaggio online a confronto

Commenti Facebook: