Canone Rai usato per altri scopi: Federconsumatori chiede il rimborso ai cittadini

Dopo la batosta della spending review governativa che ha chiesto alla tv pubblica di fare a meno di 150 milioni di euro e che ha innescato una serie di critiche, tra cui quella di voler favorire Mediaset, ora la Federconsumatori si preoccupa che l'uso dei soldi provenienti dal canone Rai sia diverso dallo scopo per il quale i cittadini li hanno versati e richiede ufficialmente il rimborso.

Canone Rai usato per altri scopi: Federconsumatori chiede il rimborso ai cittadini

I soldi del Canone Rai sono funzionali alle migliorie del servizio e, sia dipendenti che associazioni di consumatori, temono che la richiesta governativa di dire addio ai 150 milioni provenienti dal Canone vada ad inficiare la qualità dell’offerta e favorisca il già presente depotenziamento del settore, oltre ad alimentare le ipotesi di chi dice che il governo voglia favorire Mediaset.

I presidenti di Federconsumatori e Adusbef Rosario Trefiletti e Elio Lannutti hanno inviato insieme ai sindacati CGIL e UIL delle telecomunicazioni una diffida al ministero dello Sviluppo Economico perché vengano attuate tutte quelle iniziative per scongiurare la crisi e chiedono un confronto con il governo per una misura contenutiva dei costi per la gestione della Rai attraverso un piano industriale che elimini sprechi, privilegi ed emolumenti derivanti dai condizionamenti politici che da sempre hanno condotto la  gestione della Rai.

Inoltre, centrale per i cittadini e anche per Federconsumatori e Adusbef, è quella del canone e il suo eventuale rimborso.

Il comunicato di oggi riporta: “Il taglio di 150 milioni sugli introiti del canone è una misura impraticabile. Un’imposta di scopo non può essere utilizzata per ragioni diverse da quelle per cui è pagata dai cittadini. Ogni taglio al canone che il governo dovesse decidere di operare dovrebbe avere come conseguenza – se non si vuole compiere un vero e proprio arbitrio nei confronti dei cittadini onesti – il proporzionale rimborso della somma pagata dagli utenti”.

SosTariffe.it vi terrà aggiornati sullo sviluppo di questo argomento, legato ai costi della tv pubblica.
Confronta le tariffe di Pay tv »

Commenti Facebook: