Riforma del condominio, alcuni problemi con i conti correnti

Come abbiamo già parlato in precedenza, la recente riforma del condominio ha introdotto molte novità nella gestione dei condomini. Tra quelle più importanti vi è quella dell’obbligo di conto corrente condominiale, ovvero di un conto corrente (bancario o postale) che va aperto per la gestione delle entrate e delle uscite del condominio. Tuttavia, ci sono alcune problematiche che purtroppo bisogna affrontare nella riforma del condominio.

Confronto Conti Correnti

Per quanto riguarda il conto corrente condominiale, esso deve essere dotato di un fondo per coprire eventuali interventi di ristrutturazione o di manutenzione, il quale dovrà essere costituito in anticipo sui lavori attraverso il versamento della propria quota da parte di ogni condomino.

Tuttavia, è possibile che non tutti i condomini siano in grado di pagare subito e in una sola quota ogni intervento di ristrutturazione, e così potrebbe accadere che i lavori si bloccassero.

D’altronde, l’amministratore dovrà specificare a che titolo si eseguono depositi e prelevi di liquidità dal conto corrente condominiale. Ovviamente così si evita che eventuali amministratori poco onesti si approprino indebitamente del denaro, ma complica anche la gestione finanziaria del condomino, dato che non esiste più nemmeno il fondo cassa in contanti condominiale.

Un’altra difficoltà riguarda la personalità giuridica del condominio, dato che la riforma del condominio non stabilisce se dovrà essere una persona fisica o giuridica. In questa maniera, una banca potrebbe non riconoscere il titolo di consumatore al condominio, dato che per esserlo dovrebbe avere la qualifica di persona fisica, negando la possibilità di aprire conti correnti più economici.

Se la banca accetta invece che il condominio sia una persona fisica, allora è possibile aprire qualsiasi conto corrente, anche quelli a zero spese e senza imposta di bollo.

Se questo è il caso vostro, e dovete aprire un nuovo conto corrente condominiale, vi invitiamo a servirsi del nostro comparatore gratuito di conti correnti che vi consentirà di identificare rapidamente il conto più adatto alle esigenze del condominio.

 

Commenti Facebook: