Rifiuto di fornire dati dell’assicurazione: dalla sanzione non si scappa

Una sanzione per mancanza di assicurazione pesa notevolmente sul portafogli e mette a rischio la possibilità di utilizzare il proprio veicolo fino a regolare pagamento del premio. Il rifiuto di fornire i dati dell’assicurazione in caso di sinistro non esonera nessuno dalle conseguenze previste dal Codice della Strada. Gli evasori Rca saranno stanati facilmente con l’intervento delle Autorità e, in ogni caso, grazie alle proprie generalità.

Numero di targa e generalità, gli evasori dall'Rca non hanno scampo

Gli estremi dell’assicurazione non rappresentano i soli dati attraverso i quali scovare gli evasori Rca: anche con il numero di targa del veicolo e le generalità del conducente è possibile risalire a chi contravviene alle regole. Così, il rifiuto di fornire i dati dell’assicurazione non esonera nessuno dal pagamento della sanzione.

Ne è esempio il caso avvenuto pochi giorni fa a Ponderano (Biella), in cui un automobilista ha urtato e fatto cadere un ciclista. Visti i danni riportati dalla bici, il danneggiato non ha esitato a richiedere i dati dell’assicurazione e ad esibire il modello di constatazione amichevole per la compilazione. L’automobilista in questione però, ha rifiutato di fornire i dati fino all’arrivo delle Autorità.

Come comportarsi con gli evasori Rca

Non sappiamo se nel caso in questione l’automobilista fosse o no in possesso di una valida assicurazione. Capita spesso però che il rifiuto di fornire i dati dell’assicurazione identifichi potenziali evasori Rca. In tal caso è bene contattare le Autorità e, in ogni caso, segnare il numero di targa del veicolo e cercare di reperire le generalità del danneggiante (possibilmente richiedendo l’esibizione di un documento).

Grazie al numero di targa e alle generalità sarà infatti possibile risalire ai dati assicurativi e sapere se il danneggiante era in regola o no con l’Rca. Qualora non lo fosse, l’alternativa per chi subisce danni in un sinistro è rivolgersi al Fondo Vittime della Strada, ma chi circola irregolarmente non rimarrà esente da sanzione.

Chi circola senza assicurazioni obbligatorie infatti si espone al rischio di una sanzione salatissima che può superare l’importo di 3.000 Euro in caso di recidiva e comportare il sequestro del veicolo. Per non correre tale rischio è preferibile informarsi preventivamente sulle tariffe Rc auto ed Rc moto attualmente presenti sul mercato, anche attraverso la comparazione prezzi.
Confronta preventivi RC auto
SosTariffe offre un servizio di comparazione preventivi gratuito, mediante il quale è possibile trovare l’assicurazione più economica e personalizzarla, onde ottenere una polizza adeguata alle proprie esigenze. La comparazione richiede solo pochi minuti ed è essenziale per scegliere una polizza a basso costo ed evitare la sanzione per mancanza di assicurazione.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: