Ridurre la spesa energetica: con più consapevolezza si può

In Italia il potere d’acquisto delle famiglie è andato progressivamente diminuendo, con una famiglia su tre che non riesce ad arrivare a fine mese. Sulle tasche pesano anche le utenze domestiche, con tariffe luce e gas che sono cresciute negli ultimi anni, aggravando la situazione economica di molte famiglie. Risparmiare, comunque, si può: basta informarsi bene per ridurre la spesa energetica.

come tagliare le bollette
Risparmiare sulle bollette luce e gas è possibile: le opinioni dei consumatori

Cosa fare per abbassare le bollette energia elettrica e gas? Per rispondere a questa domanda Adoc, Adusbef, Asso-Consum, Federconsumatori e Movimento Consumatori si sono riuniti in una tavola rotonda, nell’ambito del progetto “Salva famiglie”, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Di seguito riportiamo alcune delle loro principali conclusioni.

Secondo Federconsumatori, “La riflessione nasce dall’evidenza che la liberazione del mercato dell’energia non ha funzionato e non ha quindi portato all’auspicato aumento della concorrenza tra gli operatori con i relativi vantaggi in termini di risparmio per i consumatori finali”.

Colpevole, spiega Mauro Zanini vice presidente di Federconsumatori, “ la carenza informativa di cui gli utenti risentono fortemente e che non consente loro di avere piena consapevolezza degli strumenti attraverso i quali potrebbero avere un risparmio considerevole in bolletta”.

In effetti, non tutte le proposte commerciali del mercato libero sono convenienti, ma con alcune si possono risparmiare cifre notevoli, ovvero quasi 330 euro all’anno per una famiglia con 2-3 figli.

Confrontando le tariffe gas e luce con l’aiuto di comparatori come quello di SosTariffe.it è possibile identificare le offerte più convenienti secondo il proprio profilo.

Confronto Tariffe Gas

Tullio Fanelli, vice commissario di Enea, ha commentato che “bisogna innanzitutto attrezzare l’Aquirente Unico a competere realmente con gli operatori del mercato libero, offrendo anch’esso tariffe differenziate”.

E’ chiave anche la trasparenza informativa: “E’ l’unico modo per ottenere la fiducia dei cittadini/consumatori”, spiega l’Enea, “e ciò deve avvenire sia nel mercato libero sia in quello dell’Acquirente Unico”.

Le associazioni hanno parlato anche di energia verde, dove il beneficio in bolletta spesso viene offuscato dai costi elevati per produrre energia elettrica a casa. “Su questo aspetto”, ha spiegato Simone Maggiore, ricercatore Rse- Gruppo Gse, “è importante incrementare la domanda, selezionando e proponendo le fonti alternative più adatte in funzione delle necessità della famiglia che voglia utilizzare questa forma di approvvigionamento”.

Ricordiamo che con varie tariffe energia verde del mercato libero, ovvero quelle che forniscono elettricità prodotta da sole fonti rinnovabili ma con le quali non serve installare alcun impianto o modificare i contatori, è possibile tagliare le bollette, soprattutto nei casi di famiglie con consumi elevati. Per maggiori informazioni, rimandiamo al comparatore di tariffe verde di SosTariffe.it

Confronto Tariffe Energia Verde

Commenti Facebook: