Riconosciuto dall’EPO il brevetto sulle transazioni finanziare, bancarie e postali in mobilità di PosteMobile

Importante risultato per PosteMobile: con un comunicato stampa diffuso ieri l’operatore virtuale di Poste Italiane ha fatto sapere che l’EPO, European Patent Organization, un organismo intergovernativo che si occupa della concessione di brevetti internazionali, ha riconosciuto al carrier il brevetto per la procedura che permette di effettuare transazioni bancarie, postali e finanziarie attraverso la sim card.

Scopri le tariffe PosteMobile

Si tratta di un procedimento molto particolare, con la garanzia della massima sicurezza nelle transazioni. Questo tipo di sistema viene già utilizzato da PosteMobile su tutti i servizi di pagamenti e trasferimenti di denaro in mobilità, utilizzabili dai clienti dell’operatore direttamente dalla sim card o dall’applicazione ufficiale.

Un riconoscimento per la proprietà intellettuale della procedura, quindi, che lascia intravedere nuove possibilità per il carrier:

  • il sistema potrà essere usato da PosteMobile o da altre aziende (ovviamente previa autorizzazione del MVNO) anche su supporti e tecnologie diversi dalla sim;
  • il brevetto vale fin dall’autenticazione del titolare della sim, dalla fase di generazione dei codici di accesso alla trasmissione delle informazioni, arrivando poi all’esito (utilizzando sistemi di criptaggio sms e firme digitali).

Con il riconoscimento, quindi, tutte le società terze operanti nei 34 paesi aderenti all’EPO dovranno rivolgersi a PosteMobile per poter utilizzare il brevetto nei propri servizi.

Commenti Facebook: