Reti mesh: la nuova frontiera dell’ADSL

Ci sono connessioni internet che sono sicure al 100% e a farlo presente sono i sostenitori delle reti mesh, un nuovo modo di concepire la connessione ad internet, rapida, sicura e territoriale. Rapida e sicura si fa presto a capire il perché; le reti mesh sono delle reti completamente isolate dove non tutti possono accedere. Territoriale perché le reti mesh da qualche anno sono infatti le uniche reti dove le community a livello locale si possono confrontare liberamente.

Le reti mesh guardano al futuro: privacy, sicurezza e velocità. Tutto in una rete sola

Il significato di rete mesh è semplice. La rete mesh non è altro che un ampio network wireless distribuito su più nodi che formano dei collegamenti diretti fra loro. Una rete di questo genere può essere connessa ad internet, ma fondamentalmente è in grado di funzionare da sé. Le reti mesh sono la suggestiva reazione del popolo che si ribella agli ultimi casi di violazione della privacy su internet.

La Primavera Araba e il Datagate, dunque tutto ciò che riguardava le rivelazioni scioccanti su quanto veniva progettato e realizzato nei programmi di sorveglianza della Nsa hanno cambiato a poco a poco la concezione del web e di tutto il comparto internet mobile. Un web che deve essere tutelato se vuole restare simbolo di libertà di espressione. Una forma di tutela particolare è dunque insita in queste nuove “reti locali”, dove per accedere c’è bisogno di una password apposita che non c’entra niente con il nostro usuale modo di connetterci al WiFi di una rete qualsiasi.

Sono sorte così, sparse per il mondo vere e proprie community di sostenitori delle reti mesh. Tunisia, Egitto e diversi paesi che hanno vissuto la primavera araba hanno capito l’importanza di queste nuove reti: qualora dovesse essere “staccata all’improvviso la spina”, per le reti mesh non ci sarebbe nessun problema, sono autogestite e non dipendendo da altre “fonti di rete” camminano da sole e sono assai sicure, protette da scritture crittografiche difficili da clonare.

La cosa ancora più curiosa se vogliamo, riguarda tutto l’universo di applicazioni e tools specifici che gira intorno alle reti mesh. Ci sono tutta una serie di app che “girano solo dentro questi sistemi”. Basti pensare tutte le situazioni in cui le comunità locali sono altamente tradizionaliste e non vedono di buon occhio determinati atteggiamenti e vicende della rete in rapporto all’origine della loro tradizione.

In alcune zone della Tunisia le reti mesh ad esempio riescono a soddisfare addirittura il 20% della popolazione di alcune cittadine, anche in Italia stanno iniziando a prendere piede, soprattutto a Roma. Intere community nel mondo, anche negli States, dove la maggior parte degli scandali riguardanti la privacy è sorta, si stanno interrogando se questo potrebbe essere il nuovo modo di concepire la rete del futuro.

Confronta Offerte ADSL »

Commenti Facebook: