Responsabilità incidente condivisa: scatta il risarcimento ridotto

Se l’istruttoria di una causa civile accerta la responsabilità incidente condivisa, le assicurazioni potrebbero tagliare il risarcimento. E’ quello che potrebbe succedere ai familiari superstiti di una vittima di sinistro, deceduta a Cesano (Rm) nel parcheggio di un supermercato in quanto investita da un camion. Procura contro avvocati della compagnia: ecco le rispettive tesi della difesa.

Se l'istruttoria accerta la corresponsabilità dei conducenti le assicurazioni tagliano l'indennizzo

La storia ha dell’incredibile: le assicurazioni potrebbero erogare un risarcimento ridotto ai familiari di una vittima di sinistro per responsabilità incidente condivisa. La ragione di ciò suona agli occhi dei più come una tesi strampalata, eppure gli avvocati della compagnia sostengono che la vittima, investita in una parcheggio da un camion, avrebbe dovuto prestare attenzione…in quanto di statura bassa.

L’assicurazione coinvolta nella vicenda è la Axa Assicurazioni, la cui difesa sostiene la corresponsabilità del sinistro dal momento in cui la signora, camminando sul marciapiede, avrebbe adottato un comportamento imprudente. Il perito sostiene infatti che la vittima poteva prevedere l’investimento da parte di un veicolo di grande mole, il cui conducente non poteva essere in grado di avvistarla a causa della mancata visibilità e della sua statura.

Sulla tesi della responsabilità incidente condivisa si scaglia la Procura, che sostiene il diritto di precedenza del pedone che cammina sul marciapiede. Inoltre, i documenti della causa, dimostrano come il conducente del camion non abbia rispettato le norme del Codice della Strada non fermandosi allo stop. La decisione dei giudici deve ancora pervenire, ma le ragioni degli inquirenti lasciano sperare nella vittoria degli eredi.
Confronta preventivi RC moto
La questione della corresponsabilità nel sinistro ricorre spesso nelle cause relative al risarcimento Rc auto, soprattutto quando dal modello di constatazione amichevole, non risulta chiara la dinamica del sinistro. Le assicurazioni da parte loro, non sono disposte ad erogare un risarcimento integrale se è accertata la colpa di uno dei conducenti, benché parziale. Rimane il fatto che in assenza di copertura assicurativa, nessun indennizzo può essere erogato.

Questo è il motivo per il quale molti automobilisti rimangono a bocca asciutta, o la ragione per la quale centinaia di vittime di incidenti sono costrette a ricorrere al Fondo Vittime della Strada, che interviene nei casi di incidente provocato da veicoli non assicurati o non identificati.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: