Rendimenti conti deposito: conviene investire in altri Paesi UE?

Aprire un conto deposito in un Paese europeo diverso dall’Italia potrebbe essere un po’ complicato, ma soprattutto, non sarebbe molto conveniente. Esistono delle spese antiriciclaggio che rendono i conti deposito poco convenienti per la clientela non residente nel Paese. D’altronde, i tassi d’interessi previsti nel resto dell’Europa, soprattutto Germani, Francia e Spagna, sono abbastanza simili rispetto a quelli italiani.

conti deposito, conviene investire in Italia?
In Italia i rendimenti dei conti deposito sono in linea con gli altri Paesi UE

Secondo un recente studio online, aprire un conto deposito in un’altra nazione europea non è così conveniente come possono credere alcuni.

L’apertura di un conto deposito all’estero, innanzitutto, non è possibile se non si è residente in quel Paese, pur all’interno dell’UE.

In effetti, nel caso dei conti deposito vincolati, ci sono delle spese di “compliance” riguardanti misure antiriciclaggio e antiterrorismo, che rendono l’investimento poco conveniente per uno straniero.

Rendimenti simili tra i Paesi UE

D’altronde, i rendimenti dei conti deposito all’estero non sono più alti rispetto ai tassi italiani. In effetti, e come è logico che sia, i tassi d’interesse tra le nazioni europee sono piuttosto omogenei, con rendimenti in Italia che si avvicinano sempre di più a quelli tedeschi, segni di una progressiva ripresa economica.

In Spagna addirittura, i tassi d’interesse sono ancora più bassi rispetto quelli previsti dalle banche italiane; in Francia invece i tassi sono piuttosto in linea con i nostri.

Migliori conti deposito in Italia

Per questo motivo, meglio investire con i conti deposito in Italia che all’estero, approfittando di un tasso d’interesse in linea con il resto delle nazioni europee e senza dover pagare spese accessorie.

Per chi è alla ricerca di un prodotto di investimento semplice e sicuro, riportiamo tre conti deposito attualmente sul mercato italiano che offrono un tasso d’interesse interessante a condizioni convenienti:

1. ContoSuIBL di IBL Banca: prevede un tasso lordo del 2,00% senza vincoli: questo vuol dire che puoi disporre del tuo denaro quando tu lo ritenga più opportuno, senza dover pagare penali per estinguere in anticipo il vincolo pattuito inizialmente. Non ci sono spese extra e anche l’imposta di bollo è a carico della banca.

2. Conto Deposito Che Banca!: prevede un tasso lordo del 2,00% (netto 1,60%) a 12 mesi, senza spese extra ma con l’imposta di bollo di 40,00€ a carico del cliente. E’ consentita l’estinzione anticipata con perdita degli interessi maturati al tasso base dell’1,00%.

3. CashPark di FinecoBank: si tratta dell’opzione attivabile nel proprio conto corrente Fineco, che prevede un tasso del 2,00% lordo a 12 mesi (netto 1,60%). Questo conto prevede il pagamento dell’imposta di bollo (34,20 euro all’anno); prevede l’apertura di un conto corrente associato e l’estinzione anticipata con perdita degli interessi maturati al tasso base dell’1,00%.

E’ possibile ampliare e modificare questa ricerca direttamente sul nostro portale, utilizzando il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto tutti i conti deposito e scegliere quello che meglio risponde alle proprie esgenze.

Confronta Conti Deposito

Commenti Facebook: