Recupero password: i migliori gestori per non dimenticarle più

Il mondo di Internet offre un numero incredibile di servizi che, di solito, necessitano di account e password per poter essere sfruttati appieno. Se per il nome dell’account i problemi sono limitati e spesso si usa l’indirizzo e-mail o comunque un nome facile da ricordare, la password crea sempre qualche problema. Ricordarsi tutte le password dei nostri account, infatti, è praticamente impossibile e utilizzare sempre la stessa mette a rischio la sicurezza delle nostre informazioni. Ecco i migliori sistemi per gestire le proprie password e non dimenticarle più. 

Troppe password da ricordare? Ecco come non dimenticarle più

Per massimizzare la sicurezza delle nostre informazioni online è necessario utilizzare una password diversa per ogni account. E’ così, quindi, che la password dell’indirizzo e-mail dovrà essere differente da quella di Facebook o di altri social network che dovranno essere differenti da quelle utilizzate per i servizi di home-banking e per qualsiasi altro account online.

Ricordare a memoria tutte le password e i relativi nomi utente richiede uno sforzo mnemonico enorme, anche perché è buona norma creare password “difficili” utilizzando caratteri alfa-numerici e simboli in modo da massimizzare la sicurezza dell’account stesso. Per questo motivo è opportuno affidarsi a un gestore di password in grado di salvare tutte le informazioni relative agli account che utilizziamo.

Le soluzioni tra cui scegliere sono numerose e, quindi, dopo un’attenta analisi sarà facile individuare il sistema più adatto alle proprie esigenze per gestire in tutta tranquillità le proprie password e non dimenticarle più.

Utilizzare il gestore di password del browser Internet

Una soluzione decisamente comoda per salvare tutte le nostre password è rappresentata dal gestore di password integrato in un browser Internet come Google Chrome o Firefox. In questo caso, sarà sufficiente creare un account per il browser (con Chrome si potrà utilizzare il proprio account associato all’indirizzo Gmail) in cui verranno salvate tutte le informazioni (nome utente e password) relative a un account di un determinato sito web.

Ogniqualvolta ci collegheremo ad un sito con i nostri dispositivi i dati relativi al nome utente e alla password saranno inseriti automaticamente. Per accedere all’area privata sarà sufficiente cliccare sul tasto “Accedi”/”Login”. In questo modo si velocizzerà notevolmente la procedura di login andando, nello stesso tempo, ad eliminare il “problema” legato alla password dimenticata.

Utilizzando lo stesso browser sia su PC che su smartphone ed effettuando l’accesso con lo stesso account, tutte le informazioni saranno sincronizzate in tempo reale. Sarà, quindi, possibile salvare i dati d’accesso dal PC e, in un secondo momento, effettuare il login direttamente dallo smartphone. Si tratta, quindi, di una soluzione che semplifica, notevolmente, l’accesso a siti web di qualsiasi tipo durante la navigazione.

Da notare, inoltre, che sarà sempre possibile consultare e gestire tutte le password salvate dei nostro account dalle impostazioni del browser. Se utilizziamo Google Chrome potremo visitare il sito passwords.google.com dove, dopo aver effettuato l’accesso con il nostro account Google, sarà possibile consultare online tutti gli account e le password salvate.

E’ chiaro che quando si va ad effettuare l’accesso ad un determinato servizio tramite un’app o da un browser di un altro dispositivo il sistema di  gestione password integrato nel browser non sarà utilizzabile. In ogni caso, ci troviamo di fronte ad una soluzione semplice, gratuita ed accessibile anche agli utenti meno esperti per poter conservare e gestire in sicurezza le password dei propri account.
Scopri le migliori tariffe per smartphone

Utilizzare un password manager

Tra le tante opzioni per salvare e gestire le proprie password troviamo anche diversi password manager, programmi sviluppati con l’obiettivo di garantire all’utente la certezza di non perdere mai i dati d’accesso ai propri account. E’ possibile scegliere tra diverse tipologie di password manager a seconda delle reali esigenze dell’utente.

Tra i principali password manager troviamo LastPass, disponibile sia come estensione per browser (Google Chrome, Firefox, Microsoft Edge, Opera e Safari) che come applicazioni per device mobili (iPhone, iPad e smartphone e tablet Android). Una volta creato un account principale (la password sarà necessario ricordarla in questo caso), si potrà creare un vero e proprio database di account e relative password da sincronizzare con tutti i propri dispositivi.

LastPass garantisce anche un servizio di compilazione automatica, molto utile soprattutto quando si utilizzano gli smartphone con un display piccolo e digitare i codici corretti può risultare complicato. L’app supporta anche il riconoscimento dell’impronta digitale al fine di massimizzare la sicurezza delle informazioni salvate che, in ogni caso, sono protette da una crittografia AES a 256 bit con PBKDF2 SHA-256 e hash salted per garantire la completa sicurezza nel cloud. Il servizio offerto da LastPass è disponibile sia in versione gratuita, con funzioni limitate ma comunque complete, che in versione premium a partire da 2 dollari al mese.
Scopri le migliori offerte fibra e ADSL

Un altro password manager da provare per gestire tutte le informazioni dei nostri account è 1Password, disponibile sia su device mobili (iPhone e Android) che su sistemi desktop con Windows e Mac. Il servizio offerto parte da 2,99 dollari al mese ma è disponibile anche un piano famiglia per più utenti. Tra i password manager open-source segnaliamo KeePass che include una crittografia con algoritmo SHA-256 ed un generatore casuale per creare password complesse e sicure.

Scegliere la password giusta: come massimizzare la sicurezza

In conclusione, è importante ribadire l’importanza di scegliere una password diversa per ogni account. Utilizzare la password per più account è assolutamente da evitare. E’ sempre consigliabile creare password complesse (utilizzando lettere maiuscole e minuscole, numeri e simboli). Utilizzando un password manager non ci sarà bisogno di ricordare tutte le password a memoria.

Inoltre, è importante attivare l’autenticazione a due fattori su tutti i servizi che lo permettono. Si tratta di una misura di sicurezza extra che si attiva ogniqualvolta accediamo a un nostro account da un device nuovo. Dopo aver fatto il login (ad esempio quando accediamo a Gmail da un nuovo dispositivo), il servizio ci invierà un SMS al nostro numero di cellulare per accertarsi della nostra identità.

Commenti Facebook: