Rc auto: nuova ondata di Compagnie fantasma

L’unica cosa certa è che si tratta di una truffa; per il resto, le soluzioni escogitate da chi architetta la frode sono così tante che è impossibile catalogarle sotto un’unica voce: parliamo delle Compagnie fantasma. Raggiri messi in piedi in tre mosse: si usa un nome di un’Assicurazione falsa che abbia assonanza con quello di un’Assicurazione vera (meglio se straniera, perché la denominazione attrae di più), si propongono tariffe stracciate e infine si contatta la vittima da spennare.

Truffe Rca, è allarme

Un fenomeno inarrestabile

Di Compagnie fantasma ne esistono decine, visto che ormai da una dozzina d’anni imperversano lungo lo Stivale (specie al Sud, dove c’è fame di Rca low cost, per via del caro-prezzi assicurazioni), e adesso è arrivata un’altra ondata di Rca fasulle, come segnala l’Ivass, l’Istituto che vigila sulle Compagnie.

Confronta assicurazioni auto 
In particolare, l’Autorità ha segnalato la Globins Ltd, società che non rientra tra le imprese autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio della Repubblica. Per giunta, si fa presente che sulla polizza sono riportati i dati del seguente intermediario: “Broker Service Italia R. Giuffrida Nasonte”. Il problema è che non risulta iscritto nel Registro unico degli intermediari né nell’Elenco degli intermediari dell’Unione europea.

Un caso analogo

Allo stesso modo, l’Ivass mette in guardia da L’Equite Yard, Compagnia fantasma, da non confondersi con L’Equite Assurances, perfettamente legittima. E l’intermediario Pg Assurances non esiste. Occhio pure alla Direct Seguros SA, denominazione sociale simile a quella della Compagnia assicurativa di diritto spagnolo Direct&Quixa Seguros Y Reaseguros Sau.

Quali rischi

Al di là della multa di 841 euro per chi circola senza Rca (anche in buona fede, vittima di una Compagnia fantasma), e al sequestro del mezzo, in caso di incidente provocato scatta la rivalsa: l’Assicurazione del danneggiato rimborsa il cliente e poi si fa risarcire per intero da chi viaggiava scoperto. Possono ballare centinaia di migliaia di euro in caso di sinistro con gravi lesioni fisiche: con le assicurazioni auto non si scherza.

Commenti Facebook: