RC auto familiare, si parte oggi 16 febbraio: come funziona e quanto si risparmia

Il settore delle assicurazioni auto registra l’arrivo di una grandissima novità. Si tratta della nuova RC auto familiare, un’inedita misura normativa prevista dal decreto fiscale 2020 che va a rivoluzionare il settore assicurativo andando ad espandere il raggio d’azione della Legge Bersani ed offrendo un’importante occasione di risparmio alle famiglie italiane. La nuova RC auto familiare entra in vigore da oggi domenica 16 febbraio. Ecco, quindi, come funzione e quanto si risparmia affidandosi alla nuova RC auto familiare. 

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla nuova RC auto familiare

Dopo un lungo iter legislativo ed il rischio di uno spostamento dell’entrata in vigore, svanito solo pochi giorni fa, a partire da oggi domenica 16 febbraio 2020 la nuova RC auto familiare diventa una nuova realtà del settore delle assicurazioni auto e moto in Italia andando a rivoluzionare il funzionamento del sistema bonus malus grazie all’ampliamento del raggio d’azione della Legge Bersani.

La nuova normativa RC auto familiare punta a garantire alle famiglie italiane nuove occasioni di risparmio con la possibilità di dare un taglio netto ai costi assicurativi per tutti i veicoli posseduti da un qualsiasi membro del nucleo familiare. La nuova RC auto familiare, infatti, coinvolge non solo le auto ma anche i mezzi a due ruote come moto, scooter e motorini e può essere applicata sia ai nuovi contratti assicurativi che ai rinnovi della polizza RC Auto.
Confronta i preventivi e risparmia sulla polizza RC

Ecco come funziona la RC auto familiare e quanto si può risparmiare scegliendo questa nuova normativa del settore assicurativo.

RC auto familiare: come funziona

La nuova norma caratterizzata dal nome RC auto familiare è contenuta in un emendamento del decreto fiscale 2020 e mira a ridurre i costi assicurativi per i veicoli a motore per le famiglie italiane. Grazie a questa nuova norma, infatti, un nucleo familiare che include più di un veicolo potrà ottenere una serie di agevolazioni che porteranno ad una riduzione complessiva della spesa.

Grazie alla RC auto familiare, infatti, a partire dal 16 febbraio 2020 è, al momento di sottoscrivere una nuova polizza RC, sarà possibile acquisire automaticamente la classe di merito più bassa presente tra i veicoli di proprietà del nucleo familiare ottenendo, quindi, un netto risparmio sul premio assicurativo da corrispondere alla compagnia.

Da notare, inoltre, che la RC auto familiare prevede che la possibilità di acquisire la classe di merito più vantaggiosa sia accessibile a prescindere dalla tipologia di veicolo ed anche al momento del rinnovo della polizza RC e non solo, quindi, quando si assicura per la prima volta un veicolo (come avviene, invece, quando si richiede l’applicazione della Legge Bersani).

Il vantaggio messo a disposizione dalla RC auto familiare si estende anche ai neo-patentati che, normalmente, sono costretti ad assicurare un nuovo veicolo in classe 14, ovvero la classe “d’ingresso”. Grazie alla norma, anche i neo patentati potranno assicurare un veicolo usufruendo della classe di merito più vantaggiosa di un altro veicolo (anche di categoria differente) del nucleo familiare.

Per chiarire i vantaggi della nuova norma RC auto familiare ipotizziamo che in un nucleo familiare si possiedano:

  • un’auto in classe 1
  • un’auto in classe 10
  • una moto (appena acquistata da un neo-patentato)

Prima dell’entrata in vigore della RC auto familiare, la moto appena acquistata non poteva ereditare la classe di merito più vantaggiosa della prima auto di famiglia (la Legge Bersani consente di ereditare la classe di merito solo tra veicoli della stessa categoria). Allo stesso modo, la seconda auto di famiglia non poteva ereditare la classe di merito più vantaggiosa della prima auto di famiglia in quanto la Legge Bersani si applica esclusivamente ai veicoli (nuovi o usati) che vengono assicurativi per la prima volta da un membro del nucleo familiare.

Grazie alla nuova RC auto familiare, invece, il nucleo familiare potrà contare su di un notevole vantaggio economico. Con la nuova norma, infatti, sia l’auto in classe 10 che la moto potranno accedere alla classe di merito più vantaggiosa della prima auto di famiglia, ovvero la classe 1, registrando un netto calo del premio assicurativo per la polizza RC.

E’ importante sottolineare, in ogni caso, che i vantaggi della nuova RC auto familiare si estendono non solo ai nuovi contratti ma anche ai casi di rinnovo di contratti già stipulati con una sola eccezione. Per poter usufruire dei benefici della RC auto familiare sarà necessario che negli ultimi 5 anni non si siano registrati sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria in base a quanto determinato dall’attestato di rischio.

In sostanza, quindi, con la nuova RC auto familiare sarà possibile, per tutti i componenti del nucleo familiare, accedere alla classe di merito più vantaggiosa disponibile tra tutti i veicoli di proprietà della famiglia. In questo modo, sarà possibile contenere notevolmente i costi per la polizza RC con vantaggi significativi per un gran numero di famiglie italiane.

Tra le caratteristiche del provvedimento c’è anche il meccanismo del “super malus” che mira ad incentivare i comportamenti di guida virtuosi. Con questo sistema, il beneficiario di un’agevolazione garantita dalla RC familiare che causi un incidente con veicolo di diversa tipologia con danni superiori a 5.000 Euro registra una penalizzazione al momento del successivo rinnovo della polizza. Tale penalizzazione si tradurrà in un declassamento di 5 classi di merito. Tale malus non influenzerà gli altri familiari.

Quanto si risparmia con la RC auto familiare

Il risparmio garantito dalla possibilità di affidarsi alla nuova norma della RC auto familiare può essere davvero elevato. Chiaramente, non è possibile stabilire una statistica precisa che vada ad identificare, in misura completa, l’effettivo risparmio disponibile per le famiglie italiane.

I margini di risparmio garantiti dalla RC auto familiare, infatti, dipendono dalla classe di merito e dal numero dei veicoli da assicurare. In primo luogo, i vantaggi derivanti dal provvedimento non riguarderanno i nuclei familiari in cui è presente un solo veicolo ed in cui non vi è la necessità (o la possibilità) di acquistarne uno nuovo.

Tutte le famiglie con più veicoli di proprietà che presentano classi di merito differenti tra loro potranno immediatamente accedere ai vantaggi previsti dalla nuova RC auto familiare. In questi caso, il risparmio sarà legato ad diversi fattori ed andrà sempre valutato caso per caso.

E’ chiaro che le famiglie che risiedono in province in cui i costi della RC sono molto elevati sia per le auto che per i mezzi a due ruote, grazie alla RC auto familiare, potranno accedere a numerosi vantaggi con un netto risparmio sul premio assicurativo e, magari, con maggiori risorse a disposizione per completare la polizza con altre garanzie accessorie da affiancare alla RC.

I pareri di Ania e Codacons sulla RC familiare

La nuova normativa relativa alla RC familiare è al centro del dibattito politico (e non solo) già da diversi mesi. Si tratta, infatti, di una soluzione che ha generato pareri discordanti dividendo nettamente l’opinione pubblica. In una nota diffusa nei giorni scorsi, l’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative) ha bocciato il provvedimento:

“La nuova disposizione scardina definitivamente il sistema bonus/malus e, non attivando alcun intervento sugli oneri complessivi, opera solo una ridistribuzione dei costi degli incidenti con una diminuzione dei prezzi a favore delle famiglie che dispongono di più veicoli”

Secondo il Codacons, invece, si tratta di una misura “utile” che permette “risparmi importanti alle famiglie”. L’associazione dei consumatori ha anche richiesto all’Antitrust e all’Ivass di vigilare in merito ad un possibile aumento delle tariffe. Secondo il Codacons, infatti, c’è il rischio che “le imprese assicuratrici applichino gradualmente rincari generalizzati delle tariffe per recuperare i minori guadagni”

Come risparmiare sulla polizza RC

Le agevolazioni garantite dalla norma RC familiare rappresentano un’importante occasione per risparmiare per tutti i nuclei familiari che possiedono più di un veicolo e possono ottenere vantaggi dall’assimilare la classe di merito di uno dei veicoli posseduti. Si tratta di uno scenario che riguarda tante famiglie italiane che potranno ottenere un risparmio significativo dal provvedimento.

In ogni caso, sia chi può sfruttare i vantaggi della RC familiare che tutte le famiglie che non possono accedere alle agevolazioni previste (ad esempio perché in possesso di un solo veicolo), per risparmiare sulla polizza RC è fondamentale valutare con molta attenzione le opzioni a propria disposizione prima di procedere alla sottoscrizione di un nuovo contratto assicurativo.

Affidandosi alla comparazione online dei preventivi sarà possibile individuare, in pochi minuti, la soluzione migliore per attivare la polizza RC per i propri veicoli, sia per quanto  riguarda le auto che i veicoli a due ruote. Tramite il comparatore di assicurazioni di SosTariffe.it è possibile confrontare le proposte delle varie compagnie attive in Italia e scegliere l’opzione migliore per le proprie esigenze.

Basta inserire i pochi dati richiesti per avviare il calcolo simultaneo di un gran numero di preventivi da confrontare per minimizzare i costi assicurativi. Il comparatore, disponibile gratuitamente e senza alcun impegno, permette di confrontare anche i costi delle garanzie accessorie in modo da massimizzare le tutele assicurative senza far incrementare più di tanto i costi del premio.

Commenti Facebook: