Rc auto: a rischio il decreto che introduce la scatola nera

Da un’articolo del Corriere della Sera, arriva la notizia che potrebbe saltare il decreto che introduce la scatola nera nel mondo delle assicurazioni automobilistiche. Sembrerebbe infatti che le difficoltà logistiche per introdurre tale dispositivo siano eccessive, a fronte di costi di gestione elevati che non renderebbero conveniente l’utilizzo della scatola nera. Vediamo più nel dettaglio quel che è successo.

Il decreto avrebbe permesso un risparmio del 10-20% agli automobilisti

Il fatto

Il decreto Destinazione Italia sembrava aver dato ufficialmente il via libera alla scatola nera nel mondo dell’assicurazione RC auto, come avevamo accennato nei giorni scorsi.

Il dispositivo, si pensava, avrebbe limitato i tentativi di truffa ai danni delle assicurazioni, e garantito ai consumatori un risparmio di almeno il 10-20% sul premio assicurativo annuo per l’RC auto.

Tuttavia sono emerse negli ultimi giorni numerose opinioni contrarie, che rischiano di far saltare questa importante innovazione.

Il parere dell’ANIA

L’ANIA ha manifestato immediatamente le proprie perplessità nei confronti di un decreto che, senza un’opportuna organizzazione preventiva, avrebbe reso praticamente impossibile l’introduzione di tale dispositivo da parte delle compagnie.

Tra le varie proposte emerse in sede di dibattito, quindi, è emersa quella di destinare la gestione delle scatole nere a società esterne, iscritte ad un apposito albo.

L’idea sembra tuttavia non convincere, visti gli alti costi previsti e le difficoltà organizzative che potrebbero emergere.

Le opinioni degli esperti

A questo, si aggiungono pareri contrari da parte di esperti legali.

Sembrerebbe infatti che l’emendamento presenti anche numerose insidie legali, che renderebbero di fatto poco conveniente la scatola nera anche in sede di giudizio.

Si preannuncia dunque un periodo di dibattiti, ma alla luce di quanto emerso è difficile immaginare che la scatola nera vedrà presto la luce nel mondo dell’assicurazione RC auto.

Confronta RC auto

Confronta RC moto

Commenti Facebook: