Rateizzazione bollette luce e gas: modalità e richiesta Aprile 2022

La rateizzazione delle bollette di luce e gas è un'opzione a disposizione dei consumatori per dilazionare il pagamento di bollette caratterizzate da un importo particolarmente elevato. In questi ultimi mesi, a causa della fortissima crescita dei prezzi di luce e gas, dover fare i conti con bollette molto alte non è certo un evento raro. La rateizzazione è, quindi, uno strumento in più a cui affidarsi per poter gestire i pagamenti durante la crisi del settore energetico. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla rateizzazione delle bollette di luce e gas ad aprile 2022 a partire dalle modalità in cui avviene la rateizzazione stessa e fino ad arrivare alla richiesta.

Rateizzazione bollette luce e gas: modalità e richiesta Aprile 2022

Ci sono vari modi per contrastare l’emergenza energetica in corso e cercare di alleggerire i pagamenti per le bollette di luce e gas nel corso dei prossimi mesi. Una delle opzioni a disposizione dei consumatori è rappresentata dalla rateizzazione delle bollette di luce e gas. Si tratta di un’opzione a cui possono accedere i clienti che si ritrovano in condizione di morosità per via di una bolletta caratterizzata da un importo elevatissimo. Oltre alla rateizzazione prevista dalla normativa e, potenzialmente, accessibile a tutti i clienti finali, inoltre, alcuni fornitori stanno proponendo altre forme di rateizzazione delle bollette per venire incontro alle esigenze dei clienti.

La rateizzazione delle bollette è un sistema utile per contrastare il caro energia. Non si tratta, però, dell’unica opzione a disposizione degli utenti. Grazie all’intervento del Governo, infatti, sono disponibili diversi sistemi di sostegno per i consumatori che hanno la possibilità di affrontare l’emergenza con alcune risorse extra. Da notare, inoltre, che è sempre possibile puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero per ridurre al minimo le bollette e, quindi, non dover richiedere la rateizzazione delle bollette. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sulla questione di seguito:

Come funziona la rateizzazione delle bollette di luce e gas ad aprile 2022

RATEIZZAZIONE DELLE BOLLETTE DI LUCE E GAS COME FUNZIONA IL SISTEMA
Bollette rateizzabili Tutte le bollette luce e gas emesse fino a fine aprile 2022
Durata della rateizzazione Fino a 10 mesi
Costi aggiuntivi No. La rateizzazione è senza interessi
Importo minimo rata 50 euro

Il sistema previsto per la rateizzazione delle bollette di luce e gas è molto semplice e si basa su di una recente delibera di ARERA, l’Autorità del settore energetico. Le bollette emesse fino alla fine del mese di aprile 2022 potranno essere dilazionate dal cliente ricorrendo ad un piano rateale ben preciso. Tale piano prevede il pagamento di una prima rata caratterizzata da un importo pari alla metà dell’importo della bolletta. La seconda parte della bolletta, invece, è al centro di un sistema di rateizzazione in 10 mesi.

Il numero di rate dipende dall’effettivo importo da dilazionare. Le singole rate, infatti, devono avere un importo minimo di 50 euro. Di conseguenza, se la bolletta da pagare è di 500 euro, la prima rata sarà di 250 euro mentre i restanti 250 euro saranno dilazionati in un totale di 5 rate mensili. Da notare che il sistema non prevede interessi. L’importo rateizzazione non registrerà, quindi, costi aggiuntivi per il cliente (al netto di un eventuale commissione sul pagamento del singolo bollettino).

Non è possibile rateizzare importi inferiori ai 50 euro. È importante sottolineare, inoltre, che sarà compito del singolo fornitore informare il cliente in merito alla possibilità di dilazionare le bollette. ARERA, infatti, evidenzia che “sono tenuti ad inserire in una comunicazione di sollecito dai medesimi eventualmente effettuata, o comunque nella comunicazione di costituzione in mora anche l’offerta al cliente finale della possibilità di rateizzarne gli importi senza il pagamento di interessi a carico del cliente finale“.

Per verificare le esatte modalità da seguire per richiedere la rateizzazione di una bolletta è, quindi, necessario fare riferimento alla comunicazione inviata dal proprio fornitore. Ogni azienda, infatti, è tenuta a predisporre un sistema per poter richiedere l’avvio di tale procedura, nel rispetto della normativa fissata da ARERA. I clienti devono sempre essere informati per tempo della possibilità di esercitare il diritto alla rateizzazione.

Oltre al sistema di pagamento rateizzato delle bollette previsto da ARERA, inoltre, i singoli fornitori del Mercato Libero possono offrire ai loro clienti canali alternativi per il dilazionamento delle bollette. Tra gli esempi più noti c’è quello di Enel Energia che, lo scorso mese di marzo, ha annunciato la possibilità per i suoi clienti di richiedere la rateizzazione delle bollette di luce e gas in 12 mesi.

In questo caso, però, il sistema non prevede un importo minimo della singola rata. Da notare, inoltre, che anche la soluzione proposta da Enel Energia non prevede interessi legati alla rateizzazione e, quindi, costi aggiuntivi per il cliente che richiederà la dilazione del pagamento.

Ricordiamo, inoltre, che la normativa prevede altri casi, slegati dall’emergenza energetica in corso, in cui il cliente può richiedere la rateizzazione delle bollette di luce e gas. Questa richiesta può essere presentata quando:

  • se la bolletta di conguaglio supera del 150% quella in acconto o con consumi stimati
  • in cado di rottura del contatore e di richiesta da parte del fornitore del pagamento dei consumi non registrati

Per richiedere la rateizzazione delle bollette in questi casi è sufficiente contattare il servizio clienti del proprio fornitore.

Le altre misure per contrastare il caro bollette

Provvedimento per contrastare le bollette Fino a quando è valido
Azzeramento oneri di sistema per luce e gas Fino al 30 giugno 2022
Riduzione dell’IVA al 5% per le bollette del gas Fino al 30 giugno 2022
Aumento del limite ISEE per il riconoscimento dei Bonus Luce e Gas fino a 12.000 euro Fino al 31 dicembre 2022
Bonus integrativo per i Bonus Luce e Gas Fino al 30 giugno 2022

La rateizzazione delle bollette di luce e gas non è l’unica misura di sostegno prevista per i consumatori in questo periodo di caro bollette. A disposizione dele famiglie, infatti, ci sono svariati interventi che mirano ad alleggerire il più possibile gli importi delle bollette in questa fase d’emergenza. Uno dei più rilevanti è l’azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas che porta all’eliminazione in via temporanea (fino a fine giugno per il momento) di una delle voci non legate al consumo delle bollette.

C’è poi, per quanto riguarda la bolletta del gas, anche la riduzione dell’IVA al 5% che riduce l’impatto dell’IVA sull’importo finale delle bollette. Anche in questo caso, il provvedimento è valido fino alla fine del mese di giugno garantendo una riduzione delle bollette primaverili per il gas. Durante l’estate, invece, le bollette registreranno il tradizionale calo per via della riduzione dei consumi di gas naturale.

Da notare anche il potenziamento dei Bonus Luce e Gas. Le agevolazioni previste per le famiglie in difficoltà economica o che devono utilizzare un’apparecchiatura elettromedicale per il sostentamento della vita (registrando quindi un consumo extra) saranno affiancate da un bonus integrativo, valido fino alla fine del mese di giugno, che andrà a potenziare il già dovuto bonus previsto dalla normativa vigente.

Fino alla fine dell’anno, invece, sarà incrementato il limite ISEE per il riconoscimento dei Bonus Luce e Gas per disagio economico. Tale limite è stato portato a 12 mila euro (in precedenza era 8.265 euro). Resta fisso a 20.000 euro, invece, il limite ISEE per il riconoscimento dei Bonus per le famiglie numerose (con almeno 4 figli a carico). I bonus per disagio economico vengono riconosciuti in automatico (è sufficiente aver richiesto l’ISEE) come sconti in bolletta. Quello per disagio fisico, invece, richiede la presentazione di una domanda al Comune o ad un CAF abilitato.

Come ridurre le bollette di luce e gas ed evitare di dover richiedere la rateizzazione

Famiglia “tipo” Risparmio massimo passando dalla Tutela al Mercato Libero
consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica con potenza impegnata di 3 kW fino a 290 euro
consumo annuo di 1400 Smc di gas naturale fino a 220 euro

Per dare un taglio alle bollette di luce e gas, evitando così di dover richiedere la rateizzazione delle bollette è necessario ridurre il costo unitario dell’energia. Si tratta di un’opportunità a disposizione di tutte le famiglie italiane che hanno la possibilità di attivare le migliori offerte luce e gas. Per individuare l’offerta migliore è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it, disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

La scelta della tariffa giusta può avvenire, semplicemente, indicando il proprio consumo annuo di energia (il dato può essere recuperato da una precedente bolletta oppure stimato grazie al tool integrato nel comparatore). Successivamente, è possibile attivare l’offerta scelta tramite una semplice procedura online, accessibile dal sito del fornitore. L’attivazione di un nuovo contratto di fornitura richiede solo i dati anagrafici dell’intestatario del contratto ed i dati della fornitura (come il codice POD per la luce e il codice PDR per il gas riportati in bolletta).