Rapporto Coop sui consumi degli italiani: attenti allo spreco ed al risparmio

Nel 2012 le famiglie italiane hanno abbassato drasticamente i loro consumi. Uno studio della Coop spiega nel dettaglio i comportamenti degli italiani con le spese. In generale gli italiani hanno messo a punto una strategia: consumare meno ma difendere la qualità, riducendo gli sprechi tagliando il superfluo.

Confronta servizi per risparmiare

L’Italia è tra i paesi con i redditi più bassi d’Europa, nel 2007 ogni abitante aveva un reddito disponibile pari al 91 % di quello tedesco, mentre nel 2011 il reddito è sceso all’84%: l’andamento dei redditi è uno specchio dello scivolamento della posizione dell’Italia in termini di sviluppo.

Tre anni di manovre per risanare i conti pubblici e la stretta fiscale hanno fatto cadere la domanda interna.

Vediamo nel dettaglio:

Cade la domanda dei beni durevoli, come auto arredamento e abbigliamento ( che rappresentano ormai sono l’8% della spesa totale), mentre cresce l’attenzione per esempio ai beni alimentari ed ai servizi, che offrono molteplici occasioni di risparmio: infatti il 52% della spesa degli italiani è per i servizi e non per i beni fisici. Nell’arco dell’anno 2011 sono cresciute quindi in generale le spese per l’abitazione trainate dall’aumento degli affitti e mutui e delle utenze come energia elettrica e gas. L’inflazione infatti a determinato un aumento del circa 10% della spesa per le utenze e un ulteriore incremento del 7% per le maggiori quantità consumate: è qui infatti che si fanno sentire gli effetti dello shock petrolifero della seconda metà del 2010.

Cosa fanno le famiglie italiane? Più attenzione ai consumi per limitare le spese delle utenze. Lo dicono i dati: la riduzione dei kWh per abitante nel caso dell’energia elettrica è stata pari al 2%, mentre per l’acqua il calo ha toccato il 10% nel quinquennio. Per questo i servizi di comparazione delle offerte per le utenze sono una selle soluzioni più convenienti per cercare di ridurre i consumi; Sos Tariffe permette di confrontare le migliori tariffe sul mercato anche in Energia Elettrica, Gas, Telefonia e ADSL.

Si riducono inoltre i prezzi dei cellulari, dei servizi di telefonia, in vi è alta concorrenza all’interno del mercato dell’elettronica e il miglioramento continuo dei prodotti. Le telecomunicazioni sono sempre meno care, i modelli di fascia media di smartphone e tablet hanno imposto il grande successo del mercato consumer

Essendo poi aumentato del 6% nel 2011 il numero di persone che si connette ad internet, l’e-commerc ha accelerato dal +18% del 2010 al +20% del 2011. In questa direzione anche il mobile commerci, che è cresciuto a cifra tripla ( +210 rispetto al 2010) e copre l’1% delle vendite online.

Commenti Facebook: