Quanto vale lo streaming TV?

Lo streaming TV sta diventando uno dei business più importanti nel mondo della tecnologia di oggi e sono numerose le aziende pronte ad investire nel settore per replicare il successo ottenuto, ad esempio, da realtà solide come Netflix. Ecco quanto vale lo streaming TV.

Ecco quanto vale il mercato della TV in streaming

Per accedere ai servizi di TV in streaming è necessario avere a disposizione una connessione ad internet veloce. Ti ricordiamo che grazie al comparatore di SosTariffe.it per offerte ADSL e Internet Mobile puoi tenere sotto controllo le tariffe più interessanti del mercato.

Confronta le offerte Telefonia Mobile

Uno dei principali investitori nel settore della TV in streaming è il colosso dell’e-commerce Amazon che sta attuando una strategia estremamente aggressiva ed ambiziosa. Amazon ha, infatti, incrementato gli investimenti nella realizzazione di contenuti on demand per il suo servizio Amazon Prime Video (per ora in Italia non è ancora disponibile) passando da 1.5 miliardi di dollari a ben 5 miliardi di dollari, raddoppiando, inoltre, il numero di contenuti per famiglie e bambini.

Per fare un raffronto, uno dei colossi del settore, Netflix, ha investito, per l’intero 2015, circa 3 miliardi di dollari nella realizzazione di contenuti esclusivi per il suo servizio di tv in streaming. Il settore registra l’interesse anche di Google che, oltre ai servizi Google Play per Android, punta a creare una solida realtà di contenuti on demand anche per YouTube e, secondo nuovi rumor, anche Apple sarebbe interessata alla realizzazione di una tv in streaming accessibile sia tramite iPhone e iPad che tramite le Apple TV.
Confronta le tariffe ADSL

TV in streaming, un settore in continua crescita

Secondo l’ultima analisi realizzata da Digital TV Research, il mercato della TV in streaming sta registrando una crescita costante, di anno in anno. Nel 2015, l’intero settore ha generato entrate per 26 miliardi di dollari in tutto il mondo. 

Le stime di crescita sono però enormi. Nei prossimi cinque anni, i contenuti on demand saranno sempre più richiesti e, anche grazie all’arrivo di nuovi servizi ed all’espansione in altri mercati dei servizi già esistenti (Netflix e Amazon Video Prime in primiis) si stima il raggiungimento dei 51 miliardi di dollari di fatturato per l’intero settore nel 2020. 

Commenti Facebook: