Quanto si spende per ristrutturare casa in Italia?

Da una ricerca svolta da due portali italiani emerge che la ristrutturazione di una casa di 70 mq costa in media 34.000 euro. I costi effettivi variano però di provincia in provincia e c’è un netto divario tra il Sud e il Nord. Quanto si spende quindi per una ristrutturazione domestica nella propria città e come possiamo affrontare questa spesa?

Quanto si spende per ristrutturare casa in Italia?
Quanto si spende per ristrutturare casa in Italia?
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Ristrutturare casa in Italia ha un costo che si aggira attorno ai 34.000 euro, con variazioni anche di 10.000 euro tra le città del Nord e del Sud. Da una ricerca svolta dal portale Prontopro, rivolto agli artigiani professionisti, in collaborazione con il sito di compra-vendita Immobiliare.it , emerge che, a Roma, mettere a nuovo un appartamento di 70 mq, costa 38.900 euro. La capitale è seguita da Milano, con un costo di ristrutturazione pari a 37.500 euro, e da Trento, con cifre vicine ai 36.000 euro.

Se andiamo al Sud, per lo stesso tipo di immobile, i costi scendono molto. La provincia dove si spende di meno è Catanzaro, con 28.850 euro. Anche Palermo resta una provincia virtuosa della ristrutturazione, con una spesa di 29.700 euro. A Campobasso, invece, rinnovare casa costa 30.050 euro.
Vuoi acquistare casa? Metti a confronto i mutui

La maggior parte delle famiglie che si ritrova a dover spendere queste cifre, fa solitamente ricorso a prestiti finanziati da istituti di credito che prevedono condizioni particolari per erogazioni di questo tipo. In più, per le spese di ristrutturazione viene in aiuto il decreto di stabilità 2016, che prevede, anche per quest’anno, una detrazione Irpef del 65% per i lavori di riqualificazione su impianti energetici e di riscaldamento e aumenta dal 35% al 50% quella dedicata ai lavori di edilizia.
Risparmia sulla bolletta mettendo a confronto i fornitori di Energia Elettrica

Tutte le stime dell’indagine sono state calcolate prendendo come campione appartamenti di circa 70 mq in zone urbane piuttosto centrali delle diverse provincie. I preventivi raccolti dai due portali hanno previsto numerosi lavori, interni ed esterni, quali lavori alle pareti (intonaci, rasature, opere di tinteggiatura e cartongesso), ristrutturazione e rifacimento pavimenti e rivestimenti, manodopera idraulica, messa a punto dell’impianto elettrico e di quello di riscaldamento, opere murarie, costi per costruzione, rimozione o demolizione dei tramezzi, installazione di un impianto di condizionamento, rifacimento degli infissi e tutto il relativo materiale.

Se dopo la ristrutturazione si vorrà dare in vendita la casa, anche in questo caso il valore dell’appartamento di 70 mq cambierà a seconda della provincia, con cifre che variano di 167.650 euro tra le due città opposte. Anche nell’acquisto, la più cara è Roma con un prezzo di 235.750 euro. Segue a ruota sempre il capoluogo lombardo, dove il nostro appartamento costa circa 226.650 euro. Se vogliamo risparmiare, dobbiamo invece tornare in due delle città leader del risparmio nei lavori di ristrutturazione, ovvero Catanzaro e Campobasso, dove il nostro appartamento costa 1.000 euro al mq, per un totale quindi di 70.000 euro. La città del Nord che sorprende in termini di valutazione degli immobili è Trieste, capoluogo di provincia dove possiamo trovare casa di 70 mq che costano poco meno di 80.000 euro.

Commenti Facebook: