Quanto si consuma lasciando i caricabatteria attaccati alla presa?

L'abitudine di lasciare i caricabatteria attaccati alla presa è ben più diffusa di quanto si possa pensare. Ma sapete esattamente che cosa accade conseguendo questo atteggiamento? E quanta energia continuiamo eventualmente a consumare lasciando il caricabatteria attaccato alla presa della corrente elettrica senza nessun device in carica?

Quanto si consuma lasciando i caricabatteria attaccati alla presa?

A cercare di dare una risposta è stato, negli scorsi giorni, il sito internet How to Geek, che ha avuto modo di testare dal “vivo” quanta energia si sta usando attraverso il dispositivo Kill-A-Watt. L’obiettivo del test era rendersi conto dei propri consumi per poterli limitare e ottimizzare.

Ebbene, una volta che il dispositivo è stato correttamente installato, le informazioni più utili sono arrivate dopo pochi istanti: il caricatore degli iPhone, iPad, MacBook, tablet e smartphone Android, Pc Windows, Chromebook e Nintendo 3DS non consumano energia se dall’altra parte del filo non vi è il device da caricare. Dunque, il consumo è nullo. O, almeno, così parrebbe.

Confronta tariffe energia »

Per poterne avere una certezza definitiva, infatti, gli autori di questo interessante approfondimento hanno poi pensato di connettere al dispositivo una ciabatta, e collegare ad essa più caricatori contemporaneamente (in maniera più specifica, sono stati coinvolti in questo test i caricatori di iPhone 6, iPad Air, MacBook Air, Surface Pro 2, Chromebook, Nexus 7). In questo caso, il Kill-A-Watt registra un piccolo cambiamento, poiché la cifra varia da 0,0 Watt, come nel primo esempio, a 0,3 Watt.

Di qui, la considerazione “finale” e più ghiotta di valutazioni: i caricatori, anche se sconnessi dai propri dispositivi, continuano comunque a consumare energia. Si tratta altresì di energia elettrica che va dispersa e, dunque, di bollette energetiche più salate in cambio di nulla.

Certo, il controvalore di quanto si consuma intuibilmente è ben poco (ma questo non deve certamente essere un lasciapassare nei confronti di tale cattiva pratica): l’esperimento ha infatti calcolato che lasciando attaccati tali caricatori per 24 ore al giorno, 7 giorni all’anno, vengono assorbiti 2,628 kilowattora di energia. Il che, tradotto in termini valutari, significa subire un consumo di energia elettrica per poco meno di 1 euro l’anno.

« notizia precedente « notizia successiva » »