Quanto hanno guadagnato gli italiani nel 2015?

I dati Istat relativi al 2015 confermano l’aumento del reddito delle famiglie, ma le imprese restano in difficoltà. La nota sull’andamento dell’economia evidenzia due prospettive reddituali diverse: le PMI in particolare fanno ancora fatica ad aumentare i ritmi produttivi. Quanto hanno guadagnato gli italiani nel 2015? Quali sono le novità 2016 a cui appigliarsi per risollevare l’economia? Ecco le risposte e le ultime statistiche.

Aumento del reddito e crescita dei consumi. Il lavoro è la vera priorità

Quanto hanno guadagnato gli italiani nel 2015? A quanto pare la situazione reddituale delle famiglie è in ripresa, merito forse dei mutui più flessibili e delle detrazioni Irpef su casa e altre spese. Non se la passano bene invece le imprese, che secondo i dati Istat seguono miglioramenti altalenanti. I dati più recenti sono stati estrapolati dalla nota sull’andamento dell’economia italiana diffusa dall’Istituto, e, purtroppo, mettono in luce una forte disparità di ritmi produttivi relativi a famiglie e imprenditoria.
Confronta prestiti online

Dati Istat 2015: l’economia è in lieve ripresa

Nel terzo trimestre del 2015 il potere di acquisto delle famiglie è aumentato dell’1,4% rispetto al trimestre precedente (il dato è misurato al netto dell’inflazione). Il miglioramento è dovuto alla crescita del reddito disponibile e alla maggior propensione al risparmio (+0,9%). La crescita dei consumi invece è più moderata (lo 0,4% in più). L’Istat afferma che le statistiche relative al periodo successivo a quello d’interesse, evidenziano  un miglioramento -almeno per quel che riguarda le famiglie- in continua crescita.

La situazione potrebbe essere ancor più positiva dal 2016, perché quest’anno sono state prorogate diverse detrazioni dichiarazioni dei redditi, relative a mutui, ristrutturazioni e costruzione di prime case.
Trova mutui flessibili
Nel mese di novembre 2015, il volume delle vendite al dettaglio ha subito un rialzo dello 0.3%, anche i beni alimentari danno segno positivo (+0,8%). Insomma: quanto hanno guadagnato gli italiani nel 2015? Sicuramente di più nonostante l’inflazione. E’ possibile che la crescita della posizione reddituale sia dovuta a nuovi lavori, investimenti, oppure che il potere di acquisto sia aumentato grazie a prestiti personali.

[WIDGET-LOAN

Federconsumatori: “Occhio alle prospettive di crescita”

Nonostante i dati su quanto hanno guadagnato gli italiani nel 2015, le associazioni dei consumatori esprimono un ottimismo moderato, e, ovviamente, tanta preoccupazione nei confronti delle imprese. La questione che si pone è comprendere a cosa si riferisce la crescita del reddito (finanziamenti lavoro, o altre fonti di reddito), perché l’auspicio è che riguardi l’effettivo aumento dei ritmi produttivi. Il lavoro -affermano i presidenti di Adusbef e Federconsumatori– è la vera priorità del Paese e viene prima delle necessità di carattere economico. L’occupazione in sostanza, è il vero sostegno dell’Italia.

Commenti Facebook: