di

Netflix abbonamento 2018: prezzo in offerta con prova gratuita

Sono ormai passati quasi tre anni dallo sbarco in Italia di Netflix,  l'operatore per la TV in streaming disponibile anche nel nostro Paese da ottobre 2015. Per chi ancora non lo conosce, è sempre bene sapere quanto costa Netflix e capire quindi se l'offerta è allettante per le tre opzioni a cui è possibile aderire, con la possibilità per ogni utente di scegliere quella che si ritiene più adatta in base alle proprie esigenze.

Netflix abbonamento 2018: prezzo in offerta con prova gratuita

I costi di Netflix

Quanto costa Netflix? Per gli appassionati di TV streaming è bene sapere che sono tre i pacchetti a cui è possibile aderire:

  • l’abbonamento base di Netflix parte da 7,99 euro al mese tutto incluso. Comprende contenuti in qualità standard che possono essere fruiti da un solo dispositivo a scelta;
  • la seconda opzione ha un costo di 10,99 euro al mese. Offre la possibilità di vedere i programmi scelti in Full HD su due dispositivi a scelta;
  • per chi non si accontenta è disponibile una terza possibilità di scelta a un costo di 13,99 euro al mese. Comprende anche i contenuti in 4K a cui si può accedere da 4 dispositivi diversi.

Sono comunque presenti sul mercato altre piattaforme per la visione della TV in streaming, una modalità che sta riscuotendo sempre più successo anche in Italia per la versatilità e la possibilità di selezionare quello che si preferisce dove e quando si vuole senza essere più condizionati dai rigidi orari imposti dal vecchio palinsesto.

Al momento particolarmente apprezzata è la proposta di NOW TV, la TV via Internet di Sky, oltre a Premium Online, il servizio analogo proposto da Mediaset, nato per consentire per la prima volta la visione dell’offerta di Mediaset Premium anche attraverso una connessione alla rete.

Va ricordato che sebbene Netflix abbia rappresentato una delle forze propulsive dietro l’avvento delle serie TV, in Italia molte delle sue esclusive – tra cui ad esempio House of Cards, di cui tra qualche mese dovrebbe partire l’ultima stagione – sono state cedute a Sky prima dell’arrivo in Italia della piattaforma di Reed Hastings. Inoltre, rispetto a pacchetti come Sky Cinema la proposta di Netflix per quanto riguarda i film è ancora un po’ carente, senza gli ultimi arrivi appena visti nei cinema e un catalogo che ha la sua forza soprattutto sulle serie in esclusiva (come ad esempio Stranger Things o The Crown) o sui contenuti di spettacolo, come quelli dei principali comici americani, o ancora la ricca serie di documentari. Inoltre su Netflix non c’è lo sport, e in particolare il calcio, da anni vero cavallo di battaglia di Sky che da quest’anno ha pure l’esclusiva per la Champions League.

Confronta le offerte di Sky »

La storia di Netflix

Anche se è arrivata in Italia da pochi anni, Netflix è nato nel 1997, quando ancora Internet era lento e con tariffe non particolarmente concorrenziali. L’attività iniziale della società, però, era basata soprattutto sulla spedizione di dvd via posta, ma in quel periodo era l’unico modo di diffondere contenuti. C’era comunque la consapevolezza che prima o poi Internet sarebbe cambiato e in breve tempo, grazie all’evoluzione tecnologica, Netflix si è trasformato in quello che è oggi, ovvero nella distribuzione in tutto il mondo digitale dei contenuti  che arrivano in ben 60 Paesi nel mondo.

Dal 2007, infatti, è avvenuta la vera e propria svolta: con un abbonamento mensile flat (8 dollari), gli utenti hanno iniziato a gustarsi direttamente sulla TV di casa (o altro strumento multimediale), il programma scelto. Attualmente gli abbonati negli USA sono 40 milioni, a cui si aggiungono circa altri 20 milioni sparsi, fra Canada, Francia, UK, Germania, Paesi Nordici, America Latina (inclusa Cuba), Australia e altri Paesi. Contemporaneamente allo sbarco in Italia, Netflix sarà disponibile anche in Portogallo e Spagna, a cui presto dovrebbero aggiungersi anche Giappone e Cina.

Anche in Italia si prosegue nella direzione intrapresa altrove: distribuire realtà locali con cast artistico e tecnico locale. L’obiettivo di Netflix resta quello di contribuire alla crescita dell’intrattenimento in TV e non distruggere il mercato. Questo è accaduto anche negli altri Paesi in cui la società statunitense è presente: è cambiata certamente la varietà dell’offerta, ci sono stati più investimenti e più pubblicità a beneficio dei consumatori che hanno ora a disposizione maggiore qualità.

Come fruire dei contenuti

L’offerta Netflix propone in streaming un’ampia scelta di film, telefilm e show in alta definizione, ma anche in Ultra HD 4K (disponibile anche in Italia), su praticamente qualsiasi schermo (TV, smartphone, tablet, PC) connesso a Internet. Notevoli i vantaggi per lo spettatore: oltre all’ampia scelta fra i titoli nel catalogo, l’utente può vedere il suo show senza interruzioni pubblicitarie, potendo mettere in pausa la visione e riprenderla al momento desiderato. Tutti i contenuti sono sia doppiati sia sottotitolati, con la possibilità, per chi lo desidera, di fruirne anche in lingua originale.

Netflix è disponibile in prova gratuita per 30 giorni senza vincoli, e al termine di questo periodo c’è la possibilità di continuare con il servizio oppure di disdirlo.

Commenti Facebook: