Quando viene pagato il Cashback?

L'iniziativa del Cashback di Stato si è conclusa lo scorso 30 giugno 2021 con il primo semestre dei tre previsti inizialmente. Per gli utenti italiani che hanno aderito al Cashback  sono, quindi, in arrivo gli attesi rimborsi. L'iniziativa, ricordiamo, garantisce un rimborso del 10% delle spese sostenute in negozio pagando con carta di pagamento invece che con contanti. Ecco, quindi, quando viene pagato il Cashback e tutto quello che c'è da sapere sull'iniziativa e sulla possibilità che venga riproposta.

Quando viene pagato il Cashback?

Il primo semestre del Cashback di Stato si è concluso lo scorso 30 giugno. L’iniziativa, che inizialmente prevedeva tre semestri consecutivi, è per ora sospesa. In attesa di capire quali saranno le scelte del Governo, che secondo le indiscrezioni potrebbe riproporre in versione riveduta e corretta il Cashback a partire dal 1° semestre del 2022, stanno arrivando gli attesi rimborsi. Con il Cashback è, infatti, possibile ricevere fino a 150 euro di rimborso con accredito diretto, tramite bonifico, sul conto corrente del risparmiatore.

Ecco a che punto stiamo sui pagamenti del Cashback:

Pagamenti Cashback: quando arrivano?

La normativa in merito ai pagamenti del Cashback è molto chiara. Secondo quando previsto dalla norma, infatti, il Cashback viene pagato entro 60 giorni dalla fine del periodo per cui è stato accumulato. Per quanto riguarda il 1° semestre del 2021, quindi, tale periodo è scaduto a fine agosto scorso.

Secondo le prime indicazioni, i pagamenti del Cashback  sono iniziati proprio nel corso del mese di agosto con i primi risparmiatori italiani che hanno iniziato a registrare gli accrediti dell’importo dovuto in base alle spese sostenute nel corso del periodo di validità, fino ad un valore massimo di 150 euro.

Il pagamento del Cashback è automatico. Chi ha effettuato l’iscrizione all’iniziativa (accessibile tramite l’App IO ricordiamo) riceverà in automatico l’accredito del rimborso dovuto sul conto corrente inserito all’interno dell’applicazione. I pagamenti dovrebbero essere conclusi entro la fine del mese di agosto 2021.

A rallentare i tempi di accredito del Cashback potrebbero essere degli impedimenti bancari o comunque dei rallentamenti dovuti ai tempi di elaborazione dei singoli istituti bancari. Di conseguenza, per alcuni utenti che hanno aderito all’iniziativa, il pagamento del Cashback  potrebbe arrivare soltanto in un secondo momento, nel corso del mese di settembre. Eventuali ritardi registrati in queste settimane potrebbero essere spiegati in questo modo.

C’è anche l’ipotesi di un errato inserimento dei dati del conto corrente sul quale, però, non è più possibile intervenire. Chi ha inserito i dati errati del conto all’interno dell’App IO non potrà modificare tali informazioni per aggiornare le coordinate di pagamento in tempo utile da ricevere il bonifico legato al Cashback  del primo semestre del 2021. Per ulteriori dettagli, è consigliabile consultare l’App IO (a cui è possibile effettuare l’accesso grazie allo SPID).

Chi ha effettuato la registrazione al Cashback di Stato in modo corretto, potrà consultare tra le informazioni dell’App IO anche l’esito dei pagamenti relativo al rimborso dovuto. Tra i messaggi presenti all’interno dell’app, dopo l’autenticazione, l’utente potrà trovare il messaggio di conferma che stabilisce il raggiungimento dei requisiti necessari per ottenere il rimborso. Successivamente, un secondo messaggio confermerà l’avvenuto pagamento del Cashback (l’accredito effettivo avverrà in base alle tempistiche della propria banca).

Quando viene pagato il Super Cashback?

Per il Super Cashback, il programma che premia i 100 mila utenti che hanno effettuato il maggior numero di transizioni, a prescindere dall’importo totale, la questione è differente. I premi da 1.500 euro per ogni singolo vincitore verranno erogati soltanto successivamente. Il Super Cashback del primo semestre, relativo alle transizioni effettuate entro il 30 giugno 2021, verrà pagato entro il 30 novembre 2021. Anche in questo caso, le conferme di avvenuto pagamento verranno emesse tramite la sezione messaggi dell’App IO.

Ricordiamo che il Super Cashback è stato al centro di diverse polemiche in questi mesi. La possibilità di effettuare delle micro transizioni per poter incrementare il numero di pagamenti con carta, scalando la classifica per entrare nei primi 100 mila utenti per numero di pagamenti, è stata vista come un vero e proprio tentativo di aggirare le regole e l’obiettivo del programma. Alcuni pagamenti sono stati annullati in quanto considerati non validi per poter incrementare il totale di transizioni.

Cosa fare in caso di mancato pagamento del Cashback

Gli utenti che, pur avendo diritto al pagamento del Cashback, non hanno ancora registrato l’accredito di quanto dovuto (o hanno ottenuto una cifra inferiore alle attese) hanno la possibilità di presentare un apposito reclamo. In questo caso, per presentare il reclamo è necessario utilizzare il portale ufficiale (reclamicashback.consap.it).

Dal sito è possibile ottenere tutte le informazioni in merito alla possibilità di presentare reclamo relativo all’iniziativa ed ai relativi pagamenti. Da notare che la data ultima per presentare reclami relativi al Cashback del primo semestre era quella del 29 di agosto. In ogni caso, il portale può contare su di una ricca sezione di FAQ e su tutti i riferimenti normativi in merito al programma.

Cosa succede nel secondo semestre per il Cashback?

Al momento, fino a nuovi provvedimenti a riguardo, il Cashback di Stato è sospeso ma non cancellato. Il Governo ha scelto di sospendere l’iniziativa per valutarne la sua reale efficacia e, soprattutto, verificare la possibilità di effettuare modifiche alla normativa in modo da raggiungere gli obiettivi fissati in fase di definizione dell’iniziativa.

La sospensione riguarda sia il Cashback, che consente di ottenere un rimborso massimo di 150 euro a semestre per ogni cittadino, che il Super Cashback, che premia i cittadini che hanno effettuato il maggior numero di transazioni con un bonus di 1500 euro da riconoscere oltre al Cashback normale. Tale bonus è riservato ai primi 100 mila cittadini che hanno effettuato il maggior numero di transizioni.

Per maggiori dettagli sul futuro del Cashback sarà necessario attendere ancora qualche settimana. Nel corso del prossimo autunno, infatti, di certo arriveranno ulteriori aggiornamenti sulla questione e verrà chiarito se il Cashback tornerà per il primo semestre del 2022 o se l’iniziativa verrà cancellata definitivamente. Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.

Commenti Facebook: