Quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo?

Gli italiani in difficoltà con le rate di un immobile tremano e le associazioni dei consumatori protestano. Si può dire addio alle mura domestiche senza una sentenza? A quanto pare sì e bastano poche rate insolute. Quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo? Ecco la situazione attuale e come salvarsi.

18 rate insolute e addio all'abitazione. La protesta delle associazioni dei consumatori

La notizie è recente e fa rabbrividire: il diritto all’abitazione e all’inviolabilità del domicilio rischia di essere annullato senza l’intervento di un giudice. Per sopperire alla crisi delle banche il Governo mette in crisi le famiglie, consentendo agli istituti di credito di pignorare le mura domestiche senza l’intervento di un giudice e di una sentenza. Quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo? E’ possibile tutelarsi? Di seguito le risposte.

Salvare casa dal pignoramento

Da quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo l’esigenza primaria degli italiani è diventata salvarsi dal pignoramento. Inutile dirlo: per evitare di perdere l’immobile bisogna pagare, ma lo si può anche fare a condizioni più convenienti, scegliendo rate mutuo più basse e  mutui che permettono di saltare la rata. L’esecuzione forzata senza intervento del giudice non si applicherà ai contratti in corso, ma bisogna correre ai ripari prima che la legge sia modificata e resa retroattiva.

Sono tantissimi i consumatori che optano per la surroga, ovvero il cambio di banca per risparmiare, oppure per il consolidamento dei debiti che permette di pagare un’unica rata economica. Per trovare l’istituto di credito più conveniente leggi guida alla surroga di SosTariffe.it e confronta le soluzioni mutuo online.
Confronta proposte mutuo

[WIDGET-LOAN

Quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo?

La Direttiva Europea sul credito recentemente approvata dal Consiglio dei Ministri, permette alle banche di entrare in possesso e di rivendere casa quando il cliente non paga le rate. Nonostante il Presidente dell’Abi Antonio Patulelli abbia ricordato la possibilità di accedere al Fondo Salva-Mutui, le associazioni dei consumatori protestano e considerano la legge un regalo del Governo agli istituti di credito. Inizialmente la bozza prevedeva l’inizio dell’esecuzione forzata, senza intervento del giudice né sentenza, dopo 7 rate insolute.
quando la banca può vendere casa se non si pagano le rate del mutuo
Tale condizione- secondo l’Unione Nazionale dei Consumatori– era idonea a provocare pignoramenti a catena e non tutelava i cittadini (ad oggi sono migliaia le famiglie che non riescono a pagare dalle 4 rate del mutuo in su). Il testo parlava infatti di “inadempimento” in modo molto generico senza specificarne la gravità e senza fare riferimento ad altre norme di garanzia. In questo modo il pignoramento poteva eseguirsi anche dal mancato pagamento delle prime due rate.

A fronte delle proteste ora il testo è cambiato e prevede quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo dopo 18 rate.

18 rate insolute: addio alla casa

Come nel primo testo, la norma non è retroattiva e non si applica alle richieste di surroga mutuo, ma la novità più importante è che la clausola di inadempimento sarà facoltativa e non applicata da tutte le banche: per questo bisogna valutare accuratamente l’istituto cui ci si rivolge e controllare che nel contratto non sia presente la postilla sul pignoramento.
Confronta mutui online
La legge non è definitiva perché le ultime modifiche sono contenute nella bozza di parere predisposta dal Partito democratico in Commissione finanze, in attesa di approvazione. Il PD ha precisato come la vendita forzata senza filtro del giudice potrà avvenire solo in base al “patto marciano”, ovvero  con uno specifico atto di disposizione dell’immobile da parte del consumatore, senza che la banca trattenga più dell’importo dovuto rispetto al debito reale. Così, dopo la valutazione di un perito, l’istituto dovrà restituire al cliente l’eventuale eccedenza in denaro e, per converso, se il ricavato del pignoramento risulta inferiore al debito la pendenza non si estingue.

In sostanza quando la banca può vendere la casa se non paghi il mutuo non può dirsi prima del passaggio definitivo della norma, ma le proteste continuano. Il Movimento 5 Stelle in particolare, sottolinea come ciò che non deve essere eliminato è il filtro del giudice o i consumatori saranno in totale balìa della banche.

Commenti Facebook: