Quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida

Quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida in grado di raddoppiare, addirittura, il rischio di incidenti stradali? Lo studio del Virginia Tech Transportation Institute dimostra che distrarsi con lo smartphone, impostare il navigatore, ma soprattutto guidare in condizioni di stanchezza, sono comportamenti che aumentano le possibilità di provocare sinistri di 10 o 15 volte.

Evitare gli incidenti stradali. Il Vademecum di SosTariffe.it

Guidare è innanzitutto responsabilità, nei propri confronti nei confronti degli altri utenti della strada. Fondazione Ania dell’Associazione Nazionale Imprese di assicurazioni, promuove numerose iniziative dirette a migliorare la sicurezza stradale, ma la vera “sicurezza” e la riduzione degli incidenti stradali, dipende essenzialmente dalla condotta dei singoli conducenti. Per sapere quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida continua la lettura.
Confronta preventivi RC auto
L’indagine che rivela quali condotte vanno evitate, è stata effettuata dal Virginia Tech Transportation Institute ed è pubblicata sui Proceedings of The National Academy of Science. Il dato più rilevante riguarda i giovani: a quanto pare è la gioventù a dover modificare le proprie abitudini al volante e a rischiare di più, forse perché i ragazzi utilizzano maggiormente la tecnologia, in particolare smartphone e altri dispositivi mobili.

Quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida

Munirsi dell’assicurazione auto più completa tutela la persona e il veicolo in caso di sinistro, permettendo di ottenere il risarcimento anche in caso di lesioni fisiche subite dal conducente (ma solo in caso d’acquisto dell’apposita garanzia accessoria). Avere una polizza tuttavia -il che è obbligatorio per legge– non protegge dalle conseguenze non economiche degli incidenti stradali, per questo sapere quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida ed evitarli è il solo strumento per migliorare la sicurezza.
Confronta assicurazioni auto
Lo studio dell’Università americana ha monitorato le abitudini di 3.500 conducenti negli U.S.A. e catalogato 1.600 incidenti stradali più o meno gravi. Tra le condotte più pericolose, in grado di raddoppiare le possibilità di provocare un sinistro c’è la distrazione per utilizzo di cellulari, navigatori e altre tecnologie. Incide molto lo stato emotivo e fisico del conducente, le condizioni di stanchezza e gli errori di valutazione che aumentano il rischio di 10 volte. Aumenta fino a 13 volte il rischio invece, chi supera i limiti di velocità.
quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida

L’indagine di Direct Line

Lo studio di Direct Line, (assicurazione online impegnata nella vendita di polizze Rc auto ed Rc moto) risale al 2013 ma la classifica stilata su  quali sono i comportamenti più pericolosi alla guida è molto attuale, eccola:

  1. l’80% degli intervistati ha riconosciuto come fonte di maggior pericolo l’abitudine di inviare e leggere sms mentre si è alla guida;
  2. il 76% ritiene molto pericoloso il sorpasso praticato senza avere la giusta visuale della strada;
  3. per il 74% si rischia di più mettendosi alla guida dopo aver bevuto un bicchiere di troppo;
  4. il 68% degli intervistati crede che la condotta più pericolosa sia distrarsi con la sguardo;
  5. per il 64% rischia di più chi risponde e parla al cellulare mentre guida.

Solo il 35% degli italiani affermava di essere scrupoloso e di non distrarsi mai al volante, il 27% ha ammesso di superare spesso il limite di velocità consentito e il 20% ha confessato di non mantenere la distanza di sicurezza. Il 19% del campione non utilizzava l’auricolare e il 12% si concedeva una sigaretta. L’abuso di alcool è stato ammesso solo dal 4% degli intervistati ma il 22% ha confessato di “chattare” e inviare messaggi dal celluare. Proprio come nell’indagine più recente, anche per Direct Line i giovani rischiano di più perché hanno una tendenza maggiore alla distrazione, in particolare i soggetti nella fascia d’età compresa fra 18 e 24 anni.

Commenti Facebook: