Quale modello usare per la richiesta di accredito su conto dei rimborsi fiscali?

Per effettuare la richiesta di accredito sul conto corrente dei rimborsi fiscali è possibile affidarsi ai servizi online disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate oppure compilare un apposito modello che potrà essere consegnato ad un qualsiasi Ufficio Territoriale dell'Agenzia delle Entrate. Vediamo, quindi, quale modello utilizzare per la richiesta di accredito sul conto dei rimborsi fiscali previsti dalla normativa e come completare tale richiesta in modo corretto.

Quale modello usare per la richiesta di accredito su conto dei rimborsi fiscali?

I contribuenti che hanno maturato il diritto ad ottenere un rimborso fiscale hanno la possibilità di richiedere tale rimborso seguendo le modalità previste dall’Agenzia delle Entrante. Le opzioni a disposizione sono due. La prima prevede la compilazione di un apposito modello da consegnare poi in un Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate. La seconda opzione, invece, permette l’invio della richiesta di accredito tramite i servizi online disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco come fare.

Richiesta di accredito rimborso fiscale: il modello da utilizzare

La prima soluzione a disposizione dei contribuenti per ottenere l’accredito di un rimborso fiscale sul conto corrente passa per la compilazione di un apposito modulo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Tale modulo andrà compilato in ogni sua parte al fine di poter avviare la pratica che porterà all’accredito, per mezzo bonifico sul conto corrente, del rimborso dovuto.

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione due diversi modelli in base alla tipologia di contribuente che effettua la richiesta di accredito del rimborso fiscale. I due modelli sono i seguenti:

  • MODELLO PER LA RICHIESTA DI ACCREDITO SU CONTO CORRENTE  BANCARIO O POSTALE DEI RIMBORSI FISCALI – PERSONE FISICHE
  • MODELLO PER LA RICHIESTA DI ACCREDITO SU CONTO CORRENTE BANCARIO O POSTALE DI RIMBORSI FISCALI E DI ALTRE FORME DI EROGAZIONE – SOGGETTI DIVERSI DALLE PERSONE FISICHE

Il secondo, riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche, può essere utilizzato anche per altre forme di erogazione previste dall’Agenzia delle Entrate e richiede l’inserimento di alcuni dati aggiuntivi. In entrambi i casi, il modulo andrà stampato e compilato in ogni sua parte, prestando molta attenzione a non commettere errori. Successivamente, dovrà essere consegnato all’Agenzia delle Entrate. Alla consegna sarà necessario presentare un documento che accerti l’identità del soggetto richiedente e, eventualmente, del delegato.

Entrambi i modelli per la richiesta dell’accredito del rimborso fiscale sul conto corrente possono essere scaricati gratuitamente qui di sotto. Ecco il modello da scaricare e compilare per richiedere un rimborso fiscale per una persona fisica.

Modello rimborsi fiscali su conto – Persone fisiche: scarica qui»

Qui di sotto, invece, è disponibile il modello per le richieste presentate da soggetti diversi dalle persone fisiche.

Modello rimborsi fiscali su conto – soggetti diversi: scarica qui»

Ai modelli sopra riportati (da compilare in modo completo) sarà necessario allegare alcuni documenti aggiuntivi da consegnare in fase di presentazione della richiesta da parte del contribuente. In particolare, per le persone fisiche, è necessario consegnare una fotocopia del documenti d’identità del contribuente e, eventualmente, anche del soggetto delegato. I due documenti devono essere in corso di validità.

Per quanto riguarda i soggetti diversi, invece, è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del rappresentante legale dell’ente, società o associazione. In sua mancanza, bisognerà allegare i documenti del soggetto che ne ha l’amministrazione o del rappresentante negoziale. In caso di delaga, bisognerà allegare anche il documento del delegato.

Come compilare il modello per la richiesta del rimborso fiscale sul conto

Per ottenere un rimborso fiscale sul conto corrente è necessario compilare il modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate in ogni sua parte. Come sottolineato in precedenza, è importante prestare la massima attenzione in fase di inserimento dei dati per evitare problemi o rallentamenti nella pratica.

Il modello si compone di varie pagine. Quella da compilare e consegnare è la seconda mentre le altre includono dettagli aggiuntivi legati alla compilazione del modello stesso. Le sezioni da compilare sono le seguenti:

  • Tipo di richiesta o comunicazione: il modello può essere utilizzato sia per l’accredito di rimborsi fiscali sul proprio conto corrente che per l’annullamento della richiesta; il contribuente deve barrare l’operazione che desidera effettuare
  • Dati del contribuente: in questa sezione sarà necessario inserire i dati del contribuente a cui spetta il rimborso fiscale; i dati da inserire sono cognome, nome, codice fiscale, comune e provincia di nascita, data di nascita, sesso, residenza anagrafica, indirizzo di posta elettronica (anche non PEC), telefono, FAX
  • Coordinate del conto corrente italiano del contribuente: bisogna inserire le coordinate IBAN del conto bancario o postale; il conto deve essere italiano (l’IBAN inizierà per IT) e deve essere intestato al contribuente descritto nel passaggio precedente
  • Coordinate del conto corrente estero del contribuente: chi ha un conto estero, può compilare questa sezione per ricevere l’accredito; in questo caso, vanno inserite informazioni aggiuntive come il nome e l’indirizzo della banca,  l’intestatario e le coordinate bancarie
  • Sottoscrizione: in questo campo va inserita la data di richiesta e la firma del contribuente
  • Delega: in questo campo è possibile inserire i dati di un soggetto delegato (dati anagrafici, codice fiscale e firma) che verrà incaricato dal contribuente descritto in precedenza di effettuare la richiesta di accredito tramite la consegna del modello ad un’ufficio dell’Agenzia delle Entrate
  • Spazio riservato all’ufficio: questa sezione va lasciata vuota e sarà compilata dall’addetto dell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate

Per quanto riguarda il modello riservato a soggetti diversi dalle persone fisiche, invece, ci sono alcune piccole differenze a cui prestare attenzione ma, in linea di massima, le indicazioni da riportare sono le stesse. Nel campo “Dati del contribuente” bisognerà indicare la denominazione o la regione sociale del soggetto richiedente ed altre informazioni come la sede legale e il domicilio fiscale. C’è poi un altra sezione, denominata Dati relativi al rappresentate, in cui bisognerà inserire i dati del soggetto rappresentante. Anche in questo caso, è possibile presentare il modello tramite delega.

Come richiedere online l’accredito di un rimborso fiscale

Come anticipato precedentemente, c’è un altro modo per ottenere un rimborso fiscale. Si tratta di una procedura online che consente di inviare la richiesta all’Agenza delle Entrate senza la necessità di stampare un modulo e, soprattutto, senza dover recarsi fisicamente presso un Ufficio territoriale dell’Agenzia. Per effettuare tale richiesta è necessario sfruttare la sezione dedicata ai servizi online del sito dell’Agenzia delle Entrate ed effettuare l’accesso utilizzando le credenziali Entratel o Fisconline.

La procedura da seguire, anche in questo caso, è molto semplice. Come prima cosa è necessario accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate (disponibile all’indirizzo agenziaentrate.it). Successivamente bisognerà raggiungere la sezione Tutti i servizi da cui è possibile accedere alle varie funzionalità online del portale.

A questo punto basterà individuare la sezione Rimborsi e poi scegliere l’opzione Accredito rimborsi su conto corrente. Per avviare la procedura di invio della richiesta sarà sufficiente scegliere l’opzione Accedi alla Richiesta di accredito su conto corrente. Il servizio, come specifica anche il portale, non può essere utilizzato per i pagamenti a favore dei fornitori dell’Agenzia delle Entrate.

Per accedere al servizio, inoltre, è necessario registrarsi ai servizi telematici proposti dall’Agenzia delle Entrate. Per i contribuenti che non hanno mai effettuato la registrazione c’è la possibilità di cliccare sul link “registrarsi ai servizi telematici” presente nella pagina indicata in precedenza per completare tale procedura. Da notare, inoltre, che per effettuare la procedura in questione non sarà necessario installare software aggiuntivo sul proprio dispositivo.

Al termine della procedura online, inoltre, non sarà necessario effettuare ulteriori operazioni. Una volta inoltrata la richiesta tramite il servizio telematico, infatti, si seguirà lo stesso iter previsto per le richieste di accredito consegnate tramite modello stampato e compilato presso uno degli Uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Come scegliere il conto su cui ricevere il rimborso fiscale

Per poter ricevere un rimborso fiscale dovuto è necessario, come visto in precedenza, fornire le coordinate del proprio conto corrente. Per questo motivo, i contribuenti non possono non avere a disposizione un conto corrente completo su cui ottenere l’accredito. Poter contare su di un conto corrente non significa dover per forza dover spendere cifre esorbitanti per il suo mantenimento.

A disposizione dei risparmiatori, infatti, ci sono svariati conti molto vantaggiosi che, anche grazie ad una completa gestione online, possono garantire svariati vantaggi oltre alla possibilità di ottenere, con la massima semplicità, il rimborso dovuto. Per un quadro completo i merito alle opzioni disponibili per richiedere un nuovo conto è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per conti correnti.

Il comparatore è accessibile anche da smartphone tramite l’App di SOStariffe.it. Da notare che è possibile verificare la possibilità di richiedere conti di vario tipo. In particolare, per eliminare le spese, è possibile puntare su di un conto a zero spese, scegliendo tra le varie opzioni disponibili per questa particolare categoria di conti la soluzione più vantaggiosa. I migliori conti possono essere richiesti direttamente online, velocizzando tutte le pratiche relative all’ottenimento del conto stesso ed al suo utilizzo.

Commenti Facebook: