Pubblicità ingannevole: sospeso spot Telecom Italia

E’ stato sospeso lo spot Telecom Italia di alice Day, con Michelle Hunziker e Max Tortora e non sarà più trasmesso perchè ritenuto ingannevole.

La decisone è stata presa dallo Iap (Istituto di autodisciplina Pubblicitaria) a seguito della segnalazione di TeleTu, Vodafone e Fastweb. Lo spot, infatti, reclamizzava l’offerta Alice Day di Telecom Italia, ma dichiarava solamente il costo mensile del servizio: di 3 euro, Lo spot non specificava che per poter usufruire del servizio è necessario pagare anche il canone Telecom (per la linea) a un costo di 16,08€ al mese.

Ancora una volta il consumatore si sarebbe trovato spiazzato tra ciò che veniva reclamizzato e ciò che avrebbe sottoscritto.

La Pubblicità ingannevole è un fenomeno che si è acuito negli utlimi anni, ma fortunatamente anche gli organismi di vigilanza e le associazioni dei consumatori sono sempre più attenti.

Assoutenti, promotrice insieme ad altre 5 associazioni dei consumatori e al Ministreo dello sviluppo Economico del progetto Occhi Aperti, sta adottando un metodo per contrastare questo genere di infrazioni che potrebbe risultare molto efficace. Tutti i dettagli nell’intervista al Presidente dell’associazione, Mario Finzi, online nei prossimi giorni.

speso lo spot Telecom Italia di alice Day, con Michelle Hunziker e Max Tortora e non sarà più trasmesso perchè ritenuto ingannevole.

La decisone è stata presa dallo Iap (Istituto di autodisciplina Pubblicitaria) a seguito della segnalazione di TeleTu, Vodafone e Fastweb. Lo spot, infatti, reclamizzava l’offerta Alice Day di Telecom Italia, ma dichiarava solamente il costo mensile del servizio: di 3 euro, Lo spot non specificava che per poter usufruire del servizio è necessario pagare anche il canone Telecom (per la linea) a un costo di 16,08€ al mese.

Ancora una volta il consumatore si sarebbe trovato spiazzato tra ciò che veniva reclamizzato e ciò che avrebbe sottoscritto.

La Pubblicità ingannevole è un fenomeno che si è acuito negli utlimi anni, ma fortunatamente anche gli organismi di vigilanza e le associazioni dei consumatori sono sempre più attenti.

Assoutenti, promotrice insieme ad altre 5 associazioni dei consumatori e al Ministreo dello sviluppo Economico del progetto Occhi Aperti, sta adottando un metodo per contrastare questo genere di infrazioni che potrebbe risultare molto efficace. Tutti i dettagli nell’intervista al Presidente dell’associazione, Mario Finzi, online nei prossimi giorni.

Commenti Facebook: