Proroga assicurazione auto scaduta: cosa prevede il decreto Cura Italia per il rinvio scadenza di 15 Giorni

Il recente decreto Cura Italia ha introdotto alcune importanti novità per il settore delle assicurazioni auto e moto. In particolare, tra le principali normative incluse nel decreto troviamo l’estensione del periodo di tolleranza successivo alla scadenza della polizza auto. Grazie a quest’estensione sarà possibile continuare a circolare con il proprio veicolo con assicurazione scaduta per un periodo di tempo doppio rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente. Occasione di risparmio soprattutto per chi cambia compagnia. Ecco cosa prevede il decreto Cura Italia in materia di assicurazione auto. 

Il decreto Cura Italia estende il periodo di tolleranza dopo la scadenza dell'assicurazione

Con il decreto Cura Italia viene allungato il periodo di tolleranza che le compagnie assicurative sono tenute ad applicare dopo la data di scadenza delle assicurazioni auto e moto. Di norma, il periodo di tolleranza ha una durata di 15 giorni dalla data di scadenza della polizza e, durante tale periodo, la copertura assicurativa continuerà ad essere valida anche se la polizza è scaduta.

Grazie a quanto stabilito dal decreto Cura Italia, il periodo di tolleranza per le assicurazioni raddoppia passando da 15 giorni a 30 giorni. Non si tratta di una modifica permanente alla normativa vigente ma di un provvedimento temporaneo che riguarda esclusivamente le polizze assicurative in scadenza in questo periodo. L’estensione del periodo di tolleranza non sarà più valida a partire dal mese di agosto 2020. Una volta terminato il periodo di emergenza, infatti, si tornerà alle tradizionali tempistiche.

Soprattutto per chi cambia compagnia si tratta di un’occasione di risparmio: chi attiva una nuova polizza durante il periodo di tolleranza, otterrà la validità della nuova polizza dal giorno del pagamento, mentre per chi rinnova con la stessa compagnia (anche in un periodo successivo alla scadenza) la nuova RC partirà dal giorno successivo all’ultimo giorno di validità dell’assicurazione.

Confronta e cambia compagnia RC Auto

Come funziona l’estensione del periodo di tolleranza

Di solito, il periodo di tolleranza relativo ad un’assicurazione auto o moto ha una durata di 15 giorni. Come previsto dal decreto Cura Italia, tale periodo viene esteso sino a 30 giorni. In sostanza, le polizze che sono scadute lo scorso 1 aprile garantiranno che la copertura assicurativa resti valida sino al prossimo 30 aprile.

Grazie a quest’estensione voluta dal Governo:

  • ci sarà più tempo per rinnovare la polizza in scadenza, permettendo di posticipare un obbligo burocratico come quello rappresentato dal rinnovo dell’assicurazione in un periodo di emergenza nazionale
  • si avrà la possibilità, nel caso in cui si volesse cambiare compagnia assicurativa, di scegliere con maggiore attenzione la polizza più vantaggiosa da attivare in base a quelle che sono le proprie esigenze

Riepilogando: la polizza scaduta lo scorso 1 aprile continuerà ad essere valida, per effetto del decreto Cura Italia, non più sino al prossimo 15 aprile ma sino al successivo 30 aprile. Gli automobilisti che vorranno rinnovare la polizza con la loro attuale compagnia avranno 15 giorni extra per completare le pratiche per il rinnovo.

Chi, invece, vorrà cambiare compagnia, magari per sfruttare le offerte del momento ed attivare una polizza più conveniente, potrà sfruttare questi giorni extra per prendersi tutto il tempo necessario a scegliere la copertura da attivare potendo in ogni caso contare su 15 giorni in più di validità della polizza assicurativa precedente.

Scegliendo di cambiare compagnia assicurativa, è quindi possibile sfruttare la polizza scaduta per tutto il periodo di tolleranza di 30 giorni (senza costi aggiuntivi) e attivare una nuova assicurazione, facendo attenzione ad individuare l’opzione più in linea con le proprie esigenze, risparmiando sul premio senza rinunciare ad una copertura assicurativa completa.

Ricordiamo che per chi ha la polizza auto o moto in scadenza c’è la possibilità di affidarsi alla comparazione online dei preventivi (calcolati in base ai propri dati personali e assicurativi) per individuare le soluzioni più convenienti per l’attivazione di una nuova assicurazione.
Confronta i preventivi e risparmia sull’assicurazione

Polizze accessorie RC auto: il rinvio di 15 giorni vale anche per loro?

Il decreto Cura Italia, per quanto riguarda le assicurazioni auto, interviene esclusivamente sull’estensione del periodo di tolleranza, senza andare a modificare le caratteristiche normative di tale periodo. In sostanza, resta valido il fatto che il periodo di tolleranza si applica esclusivamente alla copertura RC, ovvero all’unica copertura assicurativa obbligatoria per poter circolare in strade pubbliche con il proprio veicolo assicurato.

Le garanzie accessorie (Furto e Incendio, Kasko etc.), che vanno, di solito, ad affiancare la copertura RC e la cui attivazione è facoltativa, non possono beneficiare del periodo di tolleranza e, quindi, non potranno contare sui vantaggi dell’estensione di tale periodo prevista da quanto stabilito dal decreto Cura Italia per il settore assicurativo.

Chi ha una polizza assicurativa con garanzie accessorie attive, può contattare la propria compagnia, tramite i canali d’assistenza, per richiedere tutte le informazioni del caso legate al periodo di tolleranza ed all’estensione predisposta dal decreto Cura Italia. Come visto in precedenza, alcune compagnie potrebbero garantire la validità delle garanzie accessorie anche durante il periodo di tolleranza, sulla base a quelle che sono le politiche interne della compagnia.

Rinvio scadenza assicurazione Auto 15 giorni, cosa prevedono le compagnie

Tutte le principali compagnie assicurative attive sul mercato italiano si sono immediatamente adeguate a quanto indicato dal decreto Cura Italia, procedendo con l’estensione del periodo di tolleranza per le polizze in scadenza in queste settimane ed informando i loro clienti della possibilità di poter sfruttare un po’ di tempo extra per poter procedere con il rinnovo della copertura assicurativa in questo periodo di emergenza sanitaria nazionale.

Navigando sui siti delle varie compagnie assicurative è, infatti, possibile individuare gli avvisi con cui vengono avvertiti i clienti dell’estensione del periodo di tolleranza che permetterà di ottenere 15 giorni extra per procedere con il rinnovo della polizza assicurativa scaduta.

Tra gli avvisi delle varie compagnie segnaliamo che:

  • Zurich Connect specifica che durante il periodo di tolleranza “esteso” di 30 giorni restano valide anche le coperture accessorie abbinate alla polizza RC se il cliente procederà, successivamente, al rinnovo della polizza entro la fine del periodo di tolleranza previsto dal decreto Cura Italia
  • Quixa conferma che l’estensione della validità della copertura assicurativa riguarda la copertura RC attivata per il proprio veicolo
  • ConTe ha specificato che il limite di 10 giorni sull’installazione e sull’attivazione del Dispositivo Satellitare, incluso nella copertura RC, è stato eliminato che tale installazione verrà effettuata dopo la fine del periodo di emergenza

Tutte le compagnie assicurative, in merito all’estensione del periodo di tolleranza prescritto dal decreto Cura Italia, invitano i loro clienti a contattare l’assistenza clienti per ottenere maggiori informazioni e chiarimenti. Ricordiamo, infatti, che tutti i servizi d’assistenza delle compagnie assicurative (non solo per quanto riguarda il settore auto e moto) restano attivi, in quanto attività essenziali, e a disposizione dei clienti che potranno richiedere supporto per qualsiasi problema riscontrato.

Commenti Facebook: