Pagare con lo smartphone? Probabilmente è il futuro dei pagamenti

La tecnologia NFC (Near Filed communications) è quella peculiare tecnologia integrata all’interno dei borsellini elettronici che consente di poter effettuare dei pagamenti “contact less” presso determinati esercizi commerciali abilitati a tale tipologia di pagamento.

Un panorama che si sta ampliando sempre di più per rendere più tracciabile ogni tipo di pagamento e per diminuire notevolmente il rischio di rapine e furti dovuti alla ricerca di contante.

Già in molti stati del mondo questo pagamento è norma ma sicuramente la diffusione di smartphone che includono questa particolare tecnologia darà una spinta ulteriore ai pagamenti tramite questo sistema. La previsione a riguardo arrivata da Digitimes, sito specializzato nelle ricerche di mercato nel settore tecnologico, ha evidenziato che già nel 2011 gli smartphone con all’interno questo chip ammontano al 10% di quelli venduti. Viste le tecnologie e la loro diffusione sembra proprio che questa percentuale sia destinata solo ad aumentare e anzi moltiplicarsi fino a raggiungere un picco di diffusione pari al 50% nell’arco di tre anni.

smartphoneI produttori di telefonia mobile hanno già cominciato ad integrare questi dispositivi per aderire allo standard del pagamento via cellulare. Samsung, HTC, Nokia e research in motion sono stati sicuramente i precursori di questo settore in quanto hanno già integrato all’interno dei loro prodotti tali dispositivi. A ruota stanno seguendo tutti gli altkri produttori che via via si stanno adeguando alle direttive, confermate da GSM Association, di conformare tutte le tecnologie per favorire una compatibilità adeguata a consentire una comunicazione univoca con vari dispostivi, come per l’appunto quelli per pagamenti via cellulare. Chiave di tutta questa operazione è senza dubbio la sim, che dovrebbe divenire il supporto fisico per il chip e per garanitre la sicurezza e la privacy.

Nei prossimi anni tutte le maggiori piattaforme operative di telefonia mobile come Android, Symbian, Apple, Microsoft e BlackBerry saranno compatibili per i pagamenti online e permetteranno quindi una capacità d’acquisto esponenziale e sicura. Se si pensa che solo nel terzo trimestre 2011 gli smartphone venduti hanno superato del 42% lo stesso periodo dello scorso anno si comprende perchè si punti così tanto su questi dispostivi come piattaforma multifunzione, scura ed affidabile anche, per la’ppunto, per quanto riguarda gli adcqusiti diretti. Anche per quanto riguarda le vendite i maggiori produttori rimangon quelli che investono sulle nuove tecnologie ossia in primis Nokia, seguito da Apple e LG e da tutti gli altri produttori i cui numeri sono tutt’altro che trascurabili.

Commenti Facebook: