Sms con prezzo massimo? Rischio aumento tariffe voce

Un provvedimento ad hoc per fissare per legge un tetto al prezzo degli Sms potrebbe avere effetti frenanti sulle dinamiche competitive del mercato, costringendo gli operatori a recuperare le perdite aumentando il livello generale delle offerte o riducendo gli investimenti.

La posizione di Asstel sarebbe inaccettabile dal momento che afferma che nel caso in cui il ribasso dei costi degli SMS fosse imposto provocherebbe un innalzamento dei costi di altre voci facendoli ricadere sui consumatori.

Adiconsum afferma che il mercato delle Tlc in Italia offre margini di guadagno non propriamente bassi (al contrario di quello che afferma Asstel), visto che l’Italia è il primo mercato mondiale della telefonia mobile.

Il fatto che il Garante abbia rilevato dall’inchiesta una distorsione del mercato relativamente al costo degli SMS, sostiene Adiconsum, è perché effettivamente le offerte commerciali, cui fa riferimento la lettera inviata da Asstel, sono limitate e, sebbene da una parte abbassino il costo del singolo SMS, dall’altra innalzano quello di altri servizi.

L’obiettivo di Sambuco è di convincere le aziende a portare il limite massimo di prezzo degli Sms (attualmente fissato da tutti a 15 centesimi) al di sotto dei 13,2 centesimi stabiliti dalla Commissione europea per l’invio dei messaggi in roaming.

Se gli operatori non andranno incontro alle richieste, Mr Prezzi starebbe valutando il varo di un provvedimento governativo ad hoc, proprio sullo stile del decreto Bersani. Un nuovo incontro con gli operatori, secondo quanto si apprende, dovrebbe tenersi la prossima settimana.

mento ad hoc per fissare per legge un tetto al prezzo degli Sms potrebbe avere effetti frenanti sulle dinamiche competitive del mercato, costringendo gli operatori a recuperare le perdite aumentando il livello generale delle offerte o riducendo gli investimenti.

La posizione di Asstel sarebbe inaccettabile dal momento che afferma che nel caso in cui il ribasso dei costi degli SMS fosse imposto provocherebbe un innalzamento dei costi di altre voci facendoli ricadere sui consumatori.

Adiconsum afferma che il mercato delle Tlc in Italia offre margini di guadagno non propriamente bassi (al contrario di quello che afferma Asstel), visto che l’Italia è il primo mercato mondiale della telefonia mobile.

Il fatto che il Garante abbia rilevato dall’inchiesta una distorsione del mercato relativamente al costo degli SMS, sostiene Adiconsum, è perché effettivamente le offerte commerciali, cui fa riferimento la lettera inviata da Asstel, sono limitate e, sebbene da una parte abbassino il costo del singolo SMS, dall’altra innalzano quello di altri servizi.

L’obiettivo di Sambuco è di convincere le aziende a portare il limite massimo di prezzo degli Sms (attualmente fissato da tutti a 15 centesimi) al di sotto dei 13,2 centesimi stabiliti dalla Commissione europea per l’invio dei messaggi in roaming.

Se gli operatori non andranno incontro alle richieste, Mr Prezzi starebbe valutando il varo di un provvedimento governativo ad hoc, proprio sullo stile del decreto Bersani. Un nuovo incontro con gli operatori, secondo quanto si apprende, dovrebbe tenersi la prossima settimana.

Commenti Facebook: