Prezzi assicurazioni nel terzo trimestre 2014: fonte Ivass

Presto l’Ivass, Autorità di Vigilanza sulle Assicurazioni, farà confluire nel proprio Bollettino statistico i dati sul prezzo medio pagato dagli italiani per le polizze Rc auto relativi al terzo trimestre 2014. Il Bollettino sarà consultabile online sul sito dell’Autorità, intanto, ecco qualche anticipazione. Crescita dei prezzi dello 0,2% e tariffe medie pari a 489 Euro: continuano le discriminazioni al Sud.

Nuovi dati sulle tariffe Rc auto. Ecco gli esiti dell'Autorità di Vigilanza

Con comunicato stampa pubblicato in data odierna, l’Ivass ha aggiornato i consumatori sui prezzi medi pagati dagli italiani per le assicurazioni Rc auto nel terzo trimestre 2014. Pare che il prezzo medio della garanzia Rc auto sia cresciuto nel periodo di osservazione dello 0,2% rispetto al 2013, il campione preso ad esame riguarda i contratti annuali per la copertura di autovetture ad uso privato.

L’Autorità di Vigilanza, sottolinea come sul prezzo medio così calcolato incidano la fiscalità, gli sconti sulle assicurazioni e le provvigioni destinate agli intermediari. Dall’indagine sull’Rc auto è emerso che il prezzo medio nel terzo trimestre è stato pari a 489 Euro, che nello stesso periodo la metà degli assicurati ha pagato più di 440 Euro sulle assicurazioni e che gli aumenti hanno svantaggiato soprattutto i neopatentati e i soggetti più anziani (che hanno subito rispettivamente aumenti dello o,2% e dello 0,5%).

A livello provinciale la riduzione massima sull’Rc auto è toccata a Caltanissetta, dove si registrano Rc auto più economiche del -2,6%, l’aumento più alto invece è toccato a Vibo-Valentia (+2,6%). Su base territoriale l’Ivass ha registrato le seguenti variazioni: +0,9% a Milano; +0,7% a Bologna; +0,3 a Roma; -1,3% a Napoli e -0,7% a Palermo.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: