Prestiti senza busta paga: come ottenerli

E' possibile richiedere un prestito personale, ovvero una linea di credito non finalizzata utilizzabile per qualunque spesa, anche se site giovani, senza busta paga o disoccupati. Tra le soluzioni più frequentemente utilizzate vi sono i finanziamenti senza busta paga, come i Prestiti Giovani, o la firma di un garante con reddito dimostrabile. Ecco come fare per ottenere un prestito senza busta paga.

Prestiti senza busta paga: come ottenerli
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

In genere, la maggior parte delle banche e finanziarie richiedono per l’erogazione di un prestito personale la dimostrazione di un reddito che dimostri che il richiedente sarà in grado di rimborsare tutte le rate del finanziamento, solitamente attraverso la presentazione di una busta paga, pensione o Cud, come attestato della percezione di un reddito fisso.

Ciononostante, alcune banche mettono a disposizione dell’utenza diverse soluzioni pensate per coloro che non sono in possesso di una busta paga o pensione, e che per questo motivo non hanno un reddito dimostrabile.

In Italia i non stipendiati vi sono soprattutto i giovani, disoccupati oppure precari, con contratti di lavoro temporaneo o di collaborazione occasionale. Questa tipologia di contratto non servono ai fini di dimostrare il reddito necessario per l’erogazione di un prestito.

Tuttavia, un giovane senza busta paga può comunque ottenere un prestito in due circostanze: la prima, richiedendo una piccola somma (massimo 6.000 euro) e presentando la firma di un garante in possesso di un reddito dimostrabile, che spesso sono i genitori o un altro parente.

In caso non si possa contare sulla firma di un garante, c’è una seconda opzione: richiedere un “Prestito Giovani”. Si tratta di un tipo di finanziamento che consente a giovani solitamente tra i 18 e i 35 anni di ottenere un prestito sotto i 6.000 euro anche senza busta paga o documento di reddito dimostrabile.

Questo prestito personale è esclusivo per i giovani è stato stabilito dal Ministero delle Politiche Giovanili attraverso l’uso di un fondo di credito creato appositamente per questa categoria sociale, ed è richiedibile per affrontare le spese derivate dagli studi.

Oltre a rientrare nell’età anagrafica sopramenzionata, è necessario essere studente universitario o neolaureato, residente in Italia e in preparazione per frequentare un master; non serve la firma di un garante dato che la garanzia viene fornita dal Fondo ministeriale.

Per farne richiesta, occorre rivolgersi a qualunque banca convenzionata e presentare domanda.

Cerchi un prestito conveniente? Sul nostro portale è possibile mettere a confronto i migliori finanziamenti attualmente sul mercato italiano, e individuare rapidamente la soluzione che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Prestiti »

Commenti Facebook: