Prestiti e affidabilità, in arrivo l’aggiornamento del Sic

E’ stata avviata dal Garante per la protezione dei dati personali una procedura per l‘aggiornamento del codice di deontologia e buona condotta per i Sistemi di informazioni creditizie (Sic), noti nel passato come le “centrali rischi”. Questo sistema ha l’obiettivo di verificare l’affidabilità, la puntualità nei pagamenti, il rischio di sovra-indebitamento e le eventuali morosità dei cittadini che richiedono un mutuo o un prestito, oppure il rilascio di una carta di credito.

come funzionano le centrale rischi per i prestiti
Le centrali rischio verranno aggiornate a breve dal Garante
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

La revisione del codice da parte del Garante per la privacy nasce dalla necessità, condivisa anche dagli operatori del settore, di adattarlo al nuovo contesto tecnologico e normativo. E’ fondamentale, secondo il Garante, il fatto di poter intervenire su certi profili già disciplinati che, alla luce dell’esperienza attuale, richiedono un aggiornamento.

In questa maniera, tramite una delibera che verrà pubblicata a breve sulla Gazzetta Ufficiale, il Garante ha invitato a partecipare alla revisione del codice soggetti pubblici e privati interessati, associazioni dei consumatori, gestori dei Sic e aziende che accedono alle centrali rischi private.

Gli interessati a partecipare dovranno inviare una comunicazione all’Autorità entro il 30 maggio tramite l’indirizzo email consultazionesic@gpdp.it.

Interessato a chiedere un prestito online? Sul nostro portale è possibile mettere a confronto i finanziamenti delle principali banche e istituti di credito, per individuare rapidamente il prestito che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Prestiti

Commenti Facebook: