Prestiti alle aziende: il 63% richiesti solo per pagare le tasse

Se la crisi investe il tessuto economico di un Paese anche il gettito fiscale al quale le imprese sono assoggettate può mettere in ginocchio un’azienda:  tre aziende su cinque si recano in banca per chiedere un prestito solo per pagare le tasse. Questo corrisponde a circa il 63% delle micro e piccole imprese presenti su territorio italiano. E’ quanto emerge da un sondaggio commissionato dal Centro Studi Unimpresa.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Sono 130 mila le imprese oggetto dell’indagine condotta da Unimpresa, che ha raccolto dati fino al 31 dicembre 2012.

Che cosa ha spinto le imprese a rivolgersi al prestito solo per pagare le tasse? L’imu sarebbe stata, nel 2012, una delle voci di spesa più importanti che hanno spinto molti imprenditori a rivolgersi agli istituti di credito per poter pagare le tasse. Si può calcolare che dei 6,3 miliardi di euro raccolti per l’Imu alle aziende nel 2012, circa 4 miliardi provengono dalla richiesta di prestiti.

Anche l’Irap continua ad essere una tassa che incide parecchio su quanto fatturato dalle aziende, sopratutto se si prende in considerazione il fatto che quest’imposta sulle attività produttive si paga anche quando i bilanci aziendali non sono in attivo e dunque non si è prodotto utile.

Tra i settori più colpiti dalle tasse ci sarebbero: gli operatori turistici e gli alberghi, le piccole industrie come i capannoni di produzione, e i supermercati.

Delle imprese intervistate circa 81.900 si sono rivolte alle banche per avere un prestito per rispettare le scadenze prefissate per pagare all’Erario quanto dovuto. 

Commenti Facebook: