Postemobile: progetto Fill the Cup

PosteMobile, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione indetta dalle Nazioni Unite, ha promosso la campagna “Fill the Cup” lanciata insieme al WFP.

La campagna è indirizzata alla fornitura di pasti scolastici per 66 milioni di bambini che non ricevono nessun pasto durante la propria giornata scolastica.

Per studiare adeguatamente serve almeno un pasto al giorno e con soli 20 centesimi di euro (o solo 40 euro all’anno) è possibile dare nutrimento ad un bambino durante le ore scolastiche.

PosteMobile, l’operatore mobile del Gruppo Poste Italiane, appoggiato dal World Food Programme, grazie anche al contributo di Mediafriends che manderà in onda una pubblicità della campagna sulle reti Mediaset dal 18 al 24 ottobre.

PosteMobile contribuirà donando parte del prezzo di ogni SIM venduta dal 16 ottobre al 31 dicembre al progetto “Fill the Cup” senza alcun addebito aggiuntivo per i propri clienti.

teMobile, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione indetta dalle Nazioni Unite, ha promosso la campagna “Fill the Cup” lanciata insieme al WFP.

La campagna è indirizzata alla fornitura di pasti scolastici per 66 milioni di bambini che non ricevono nessun pasto durante la propria giornata scolastica.

Per studiare adeguatamente serve almeno un pasto al giorno e con soli 20 centesimi di euro (o solo 40 euro all’anno) è possibile dare nutrimento ad un bambino durante le ore scolastiche.

PosteMobile, l’operatore mobile del Gruppo Poste Italiane, appoggiato dal World Food Programme, grazie anche al contributo di Mediafriends che manderà in onda una pubblicità della campagna sulle reti Mediaset dal 18 al 24 ottobre.

PosteMobile contribuirà donando parte del prezzo di ogni SIM venduta dal 16 ottobre al 31 dicembre al progetto “Fill the Cup” senza alcun addebito aggiuntivo per i propri clienti.

Commenti Facebook: