PosteMobile e Wind, forse si parte

PosteMobile e Wind, il matrimonio s’ha da fare e si farà. Almeno secondo Antongiulio Lombardi: il direttore degli affari regolamentari e istituzionali di H3G, in studio nella trasmissione “Mi manda Rai Tre” in una puntata dedicata alle vicende di Bip Mobile, ha infatti dato già per scontato l’accordo tra Wind e il MVNO di Poste.

Il logo di Postemobile
Secondo le indiscrezioni sono già partite le prime prove

Non basta. Secondo un’indiscrezione raccolta da MVNO News, il portale italiano dedicato agli operatori mobili virtuali, sarebbero già infatti partite da parte di PosteMobile le prime prove su utenze e SIM attive sotto Wind.

Non si tratta di una novità: correva l’agosto dell’anno scorso quando fu annunciato il probabile divorzio tra l’operatore virtuale di Poste Italiane e la rete di Vodafone, giudicata troppo costosa soprattutto se raffrontata alle offerte di altri operatori, come appunto Wind. Nel frattempo PosteMobile ha ricevuto l’MNC (Mobile Network Code) numero 31 dal Ministero dello Sviluppo Economico, permettendo così di iniziare a operare in qualsiasi momento come Full MVNO.
Confronta le tariffe di Wind
Il passaggio a Wind non sarà comunque un procedimento breve, visto che non sono ancora state rintracciate comunicazioni interne tra gli operatori né inoltrate direttive in questo senso a call center e uffici postali; ma la paura degli utenti è che non sia indolore, visto che restano da definire tutte le dinamiche relative alla sostituzione delle SIM di chi è già con PosteMobile.

A tutto questo, per complicare ulteriormente la faccenda, si aggiungono le voci che si inseguono da mesi su un possibile “matrimonio” tra H3G e Wind. Nei prossimi giorni se ne saprà probabilmente di più.

Commenti Facebook: