Poste Mobile e Wind, sempre più vicino il passaggio

Lo si era detto pochi giorni fa, adesso lo ribadisce anche Alessandro Longo su Repubblica, citando nuove fonti: Poste Mobile ormai ha deciso, lascerà la rete Vodafone per passare a quella di Wind. E già si fanno le prime ipotesi su quali saranno gli effetti e le reazioni del mercato.

Poste Mobile e Wind
Tra aprile e giugno il momento caldo

Secondo le fonti citate dall’articolo, verranno contatti i clienti attuali per fare il cambio di sim (per alcune voci già da aprile, altre puntano su giugno), mentre i nuovi saranno direttamente su rete Wind.
Confronta le offerte di PosteMobile
L’obiettivo di Poste Mobile potrebbe essere a questo punto quello di diventare un vero Full Mvno, cioè operatore virtuale completo, in grado di gestire direttamente le proprie sim e di appoggiarsi a Wind soltanto per la rete. Il passaggio dovrà comunque essere graduale, visto che si tratta del più impegnativo spostamento mai tentato nel settore, in Italia: riguarda infatti oltre tre milioni di persone, circa la metà del mercato degli operatori mobili virtuali.
Confronta le offerte di Wind
Gli effetti di tutto questo? Per gli utenti, forse, piuttosto piacevoli, al netto di eventuali difficoltà di rete o disagi nel momento del passaggio. Si prospetta infatti una guerra al ribasso delle tariffe, anche perché è assai difficile che Vodafone rimanga a guardare e non tenti di «riconquistare» i clienti che stanno per finire su Wind. E secondo altre voci, la prossima mossa la farà Fastweb, pronta a divorziare da 3 Italia.

Commenti Facebook: