Poste Italiane sotto attacco hacker

Il sito di Poste Italiane ha subito un attacco hacker nella notte di sabato 10 ottobre ma a parte la home page il resto del sito funziona (compreso il login per i conti bancoposta e postepay).

È quindi ragionevole pensare che gli hackers non abbiano avuto accesso ai dati “bancari” (niente furti, per intenderci), ma solo ai dati personali degli utenti.

attacco-hacker-poste-italiane

Il bug era noto da tempo, quasi 3 mesi. Nonostante ciò Poste Italiane non ha provveduto a risolvere questo grave problema di sicurezza.

Ecco il messaggio degli hackers:

Le Poste italiane sono state oscurate ?!
Perchè questo atto di forza?
Per dimostrare a milioni di Italiani
che i loro dati sensibili non sono al sicuro!
Sembra pazzesco eppure tutta la sicurezza garantita
nei servizi on-line di e-commerce è solamente apparente.
Per vostra fortuna noi siamo persone non malintenzionate,
perciò i vostri dati ed i vostri accounts non sono stati toccati;
Ma cosa succederebbe se un giorno arrivasse qualcuno
con intenzioni ben peggiori delle nostre?
Con questo gesto quindi, invitiamo i responsabili ad occuparsi
della grave mancanza di sicurezza nei servizi on-line delle Poste s.p.a .

Insomma, siamo di fronte a dei presunti “hackers buoni” (anche se il termine hackers è diverso da cracker, hacker = buono, cracker = cattivo)

C’è anche da dire che è sabato e probabilmente non ci sono sysadmin che possono rimettere su il sito in fretta, probabilmente è stata una scelta ponderata per creare il maggior danno possibile.

Poste Italiane ha subito un attacco hacker nella notte di sabato 10 ottobre ma a parte la home page il resto del sito funziona (compreso il login per i conti bancoposta e postepay).

È quindi ragionevole pensare che gli hackers non abbiano avuto accesso ai dati “bancari” (niente furti, per intenderci), ma solo ai dati personali degli utenti.

attacco-hacker-poste-italiane

Il bug era noto da tempo, quasi 3 mesi. Nonostante ciò Poste Italiane non ha provveduto a risolvere questo grave problema di sicurezza.

Ecco il messaggio degli hackers:

Le Poste italiane sono state oscurate ?!
Perchè questo atto di forza?
Per dimostrare a milioni di Italiani
che i loro dati sensibili non sono al sicuro!
Sembra pazzesco eppure tutta la sicurezza garantita
nei servizi on-line di e-commerce è solamente apparente.
Per vostra fortuna noi siamo persone non malintenzionate,
perciò i vostri dati ed i vostri accounts non sono stati toccati;
Ma cosa succederebbe se un giorno arrivasse qualcuno
con intenzioni ben peggiori delle nostre?
Con questo gesto quindi, invitiamo i responsabili ad occuparsi
della grave mancanza di sicurezza nei servizi on-line delle Poste s.p.a .

Insomma, siamo di fronte a dei presunti “hackers buoni” (anche se il termine hackers è diverso da cracker, hacker = buono, cracker = cattivo)

C’è anche da dire che è sabato e probabilmente non ci sono sysadmin che possono rimettere su il sito in fretta, probabilmente è stata una scelta ponderata per creare il maggior danno possibile.

Commenti Facebook: