Portabilità e cambio SIM 2022: le nuove regole per la telefonia di Novembre

Cambia il meccanismo che regola la portabilità del numero di cellulare da un operatore all'altro. Nello stesso tempo, inoltre, sono previste nuove regole per ottenere il cambio SIM dal proprio operatore. Si tratta di nuove linee guida fissate da AGCOM per ridurre il rischio di furto di dati personali tramite la procedura nota come "SIM Swap". Ecco tutti i dettagli in merito alle nuove regole che cambiano il settore di telefonia mobile italiano a partire dal mese di novembre 2022.

Portabilità e cambio SIM 2022: le nuove regole per la telefonia di Novembre

A partire dal prossimo 14 di novembre entreranno in vigore le nuove regole volute da AGCOM (Delibera AGCOM n. 86/21/CIR) che determinano il meccanismo di portabilità del numero ed anche il meccanismo di sostituzione della SIM, ad esempio per deterioramento o smarrimento, con il proprio operatore.

Le nuove regole fissate da AGCOM si applicheranno anche al cambio operatore tramite attivazione online di un’offerta di telefonia mobile. Tale procedura, quindi, diventerà ancora più sicura ed efficiente, garantendo all’utente di risparmiare e di completare la portabilità del minor tempo possibile.

Per scoprire le migliori offerte del momento e cambiare subito operatore è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte di telefonia mobile, linkato qui di sotto, da cui è possibile poi raggiungere il sito del provider per completare l’attivazione con l’eventuale richiesta di portabilità:

Scopri le migliori offerte per cambiare operatore »

Ecco tutti i dettagli completi in merito alle nuove regole volute da AGOCOM per la portabilità del numero e il cambio SIM:

Cosa cambia per portabilità e cambio SIM con le nuove regole AGCOM

NUOVE REGOLE AGCOM PER PORTABILITA’ E CAMBIO SIM
1. Le nuove regole entrano in vigore dal 14 novembre
2. Vengono intensificati i controlli relativi all’identità del titolare della SIM da parte dell’operatore
3. L’obiettivo è contrastare la truffa “SIM Swap”

Sulla base delle nuove regole fissate da AGCOM, la richiesta di portabilità del numero mobile verso un altro operatore potrà essere accettata solo se effettuata dal titolare del numero in questione. Da notare, inoltre, che per poter completare tale richiesta sarà necessario che la SIM sia attiva e funzionante.

Gli operatori, quindi, non potranno accettare richieste di portabilità del numero in caso di SIM guasta, smarrita o rubata. L’utente dovrà prima richiedere una nuova SIM all’attuale operatore e, successivamente, potrà poi procedere con la richiesta di portabilità del numero, seguendo la procedura standard.

Da notare, inoltre, che è prevista una specifica procedura di pre-validazione che il nuovo operatore dovrà mettere in pratica per verificare che la richiesta di portabilità del numero rispetti i requisiti previsti dal nuovo regolamento. Viene introdotta anche una verifica di corrispondenza del numero e del codice fiscale del titolare dell SIM che il nuovo operatore deve effettuare presso il precedente provider.

Per poter completare la procedura di portabilità del numero della SIM, inoltre, è necessario che il nuovo provider acquisisca le copie:

  • del documento di riconoscimento dell’intestatario della SIM
  • del codice fiscale dell’intestatario della SIM
  • della SIM dell’attuale operatore

Il cliente, inoltre, dovrà essere autorizzato, passo dopo passo, in merito al processo di svolgimento della portabilità del numero, fino al completamento del trasferimento dell’eventuale credito residuo.

Il nuovo regolamento AGCOM introduce una serie di novità anche per quanto riguarda la sostituzione della SIM e il cosiddetto “subentro” ovvero il cambio intestatario di una SIM già attiva senza la richiesta di portabilità del numero. Anche in questi casi sono previste una serie di novità che mirano a verificare con maggiore accuratezza l’identità del titolare della SIM.

La procedura di verifica illustrata in caso di portabilità deve essere ripetuta, con le relative modifiche, anche per le procedure di sostituzione e subentro. Da notare che in caso di SIM rubata o smarrita, gli utenti potranno effettuare richiesta di sostituzione della SIM solo previa presentazione della denuncia alle autorità competenti.

A cosa servono le nuove regole su portabilità del numero e cambio SIM?

Il nuovo regolamento voluto da AGCOM punta a contrastare i tentativi di furto dei dati personali degli utenti che sfruttano il meccanismo noto come SIM Swap. In questo tipo di truffa, i criminali puntano ad entrare in controllo del numero di telefono della vittima, tramite ad esempio una richiesta di portabilità del numero o un cambio SIM che aggiri le verifiche dell’operatore.

Una volta entrati in possesso del numero di telefono, i truffatori potranno accedere a codice e password degli account collegati al numero stesso. Questo permette di avere un facile accesso a servizi bancari, caselle di posta elettronica e social network. Per contrastare il SIM Swap, quindi, nasce l’esigenza di rendere più stringenti le verifiche che l’operatore deve effettuare per assicurarsi che la richiesta di portabilità o sostituzione SIM sia legittima.