Polizze vita, la raccolta sale a 110 miliardi

In Italia è boom per le polizze vita, la cui raccolta premi sale incredibilmente a 110 miliardi. La soddisfazione del Direttore Generale di Ania, Dario Focarelli, è grande: le compagnie assicurative italiane sono i principali investitori del paese. Pare che le polizze vita si stiamo preparando all’arrivo di Solvency II, consolidando il proprio assetto finanziario. Cosa accade nel mercato Rc auto?

Ania: Le assicurazioni sono i principali investitori del Paese

L’annuncio proviene da Dario Focarelli, Direttore Generale di Ania (l’Associazione Nazionale Italiana delle assicurazioni): gli ultimi dati relativi alle polizze vita parlano di una raccolta premi pari a 110 miliardi ovvero il +30% rispetto all’ultimo aggiornamento. Attualmente le assicurazioni rappresentano i maggiori investitori pubblici in Italia, con grande soddisfazione sì dell’associazione ma anche delle imprese assicurative.

La notizia riguarda la raccolta premi delle polizze vita al 2014, che ha raggiunto negli ultimi mesi dello scorso anno 625 miliardi di Euro. Pare che le assicurazioni non abbiano nulla di cui preoccuparsi in vista di Solvency II; anche secondo l’EIOPA le nostre imprese dimostrano un assetto solido difronte al risk management.

Può dirsi lo stesso delle compagnie impegnate nel settore Rc auto?

Il settore Rc auto, anch’esso in lieve ripresa nel 2015, riguarda soprattutto le assicurazioni online. Non che le tradizionali agenzie siano scomparse dal territorio, ma la velocità dei servizi di comparazione prezzi sul web e la semplicità di gestione dell’assicurazione attrae diversi consumatori. Non da ultimo c’è l’aspetto del risparmio. Quanto si può risparmiare con l’Rc auto online?

Scoprilo con SosTariffe.it, ecco i preventivi.
Confronta preventivi RC auto
Confronta assicurazioni moto

Commenti Facebook: